Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Previsioni meteo: ancora caldo Lunedì, poi maltempo e tracollo termico

Previsioni meteo: ancora caldo Lunedì, poi maltempo e tracollo termico

14 Aprile 2024, ore 14:44
meteo crollo termico maltempo

La settimana si aprirà ancora con caldo e prevalente stabilità, ma un cambiamento climatico è ormai alle porte. Dopo un weekend all’insegna di temperature quasi estive che hanno visto il mercurio salire fino ai 26-28 gradi in molte regioni e toccare localmente i 30°C, la situazione meteorologica è destinata a subire un’inversione di tendenza già a partire dal martedì. Vediamo cosa ci aspetta nel dettagli nella prima parte della settimana.

Lunedì 15 aprile, inizieremo a riscontrare un calo delle temperature con valori leggermente più bassi rispetto al fine settimana, ma il clima rimarrà comunque mite. Tuttavia, il cielo si presenterà più nuvoloso, con un graduale peggioramento del tempo. In particolare, i settori alpini orientali prossimi al confine potrebbero essere interessati da qualche rovescio, più probabile nelle ore pomeridiane. Anche il sud vedrà un aumento della copertura nuvolosa, soprattutto su Sicilia, Calabria e Campania, ma senza fenomeni significativi. I venti inizieranno a spirare da sud, con locali rinforzi.

Martedì 16, l’avvicinamento di una saccatura di origine artica provocherà un sensibile cambiamento: il tempo si farà più instabile con piogge prevalentemente a carattere temporalesco che colpiranno il nord-est. Le regioni di Veneto, Friuli e Romagna potrebbero subire le conseguenze di questo peggioramento, con possibili grandinate e raffiche di vento durante i fenomeni più intensi. La serata vedrà un deciso calo delle temperature, segnando l’ingresso di aria più fredda. Il maltempo si estenderà anche al sud, con piogge da moderate a intense su Sicilia e Calabria, più deboli su Basilicata e Puglia meridionale. Al centro, invece, si potranno godere ampie schiarite, con temperature ancora miti.

Mercoledì 17 sarà la giornata in cui il cambiamento si consoliderà su tutta Italia: la saccatura porterà aria fresca su tutta la penisola, con un calo termico di 8-10 gradi rispetto a lunedì. Le temperature massime si attesteranno sui 15-18 gradi, e la ventilazione settentrionale acuirà la sensazione di freddo, soprattutto nei settori adriatici. Si prospetta instabilità su nord-est e centro-sud, con fenomeni più intensi al sud, dove si avranno frequenti temporali e grandinate. Venti tesi di maestrale soffieranno sulle coste adriatiche e tirreniche, comprese le isole maggiori, con probabili mareggiate.

Questo rapido capovolgimento delle condizioni meteo lascia intendere l’importanza di tenersi aggiornati sulle previsioni, soprattutto per chi aveva in programma attività all’aperto o si trova a dover gestire situazioni sensibili ai repentini cambi climatici. Si raccomanda, quindi, di seguire gli aggiornamenti meteo per poter affrontare al meglio i cambiamenti che la settimana riserverà.