Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo: Aprile cambia strada, in arrivo lungo periodo di freddo invernale

Previsioni meteo: Aprile cambia strada, in arrivo lungo periodo di freddo invernale

15 Aprile 2024, ore 14:41
meteo freddo prolungato

La Primavera è notoriamente una stagione capricciosa, in cui si assiste a fluttuazioni climatiche talvolta radicali. In particolare, il mese di Aprile è noto per le sue sorprese meteo e quest’anno sembra non voler essere da meno. Dopo prima metà del mese che ha fatto assaporare per lunghi tratti un clima estivo, con punte di caldo inaspettate per il periodo, si prospetta un’inversione di tendenza che riporterà l’Italia e buona parte dell’Europa sotto l’influenza di condizioni invernali.

La dinamicità del clima di aprile, unita agli effetti dell’estremizzazione meteorologica legata ai cambiamenti climatici, contribuisce così a rendere ancora più imprevedibili e bruschi i passaggi stagionali. Ora, dopo aver assistito a scene di spiagge affollate e temperature prossime ai 30°C, stiamo per assistere a un capovolgimento della situazione.

La causa di questo stravolgimento è l’avanzata di una saccatura artica proveniente dal Nord Europa che, riuscendo a spingersi fin verso il Mediterraneo, sta per determinare un netto cambiamento delle condizioni atmosferiche attuali. Nei prossimi giorni, un crollo termico marcato coinvolgerà il nostro Paese, con un abbassamento delle temperature che si farà sentire in modo significativo a partire da mercoledì/giovedì, quando l’aria fredda in discesa dall’Artico avrà definitivamente preso il posto dell’aria calda e umida portata attualmente dall’anticiclone sub-tropicale.

Questo repentino calo termico, stimato intorno ai 10-15 gradi, colpirà particolarmente le regioni adriatiche, dove il contrasto sarà ancora più marcato. La calura estiva lascerà spazio a un freddo piuttosto intenso per il periodo, che costringerà a rispolverare indumenti più pesanti e a coprirsi adeguatamente anche durante le ore centrali del giorno.

Le ultime proiezioni suggeriscono che questo periodo di freddo potrebbe non essere un episodio passeggero. La presenza reiterata di un vortice di aria fredda sull’Europa centro-orientale potrebbe mantenere le condizioni climatiche particolarmente fresche anche dopo la fase centrale della settimana quando la saccatura principale farà il suo ingresso sull’Italia. Si prevede così che il contesto termico rimanga al di sotto della media stagionale per un periodo prolungato, con un weekend e un inizio settimana successivo caratterizzati da temperature molto fresche, se non addirittura fredde, soprattutto al Nord e nelle regioni adriatiche centrali.

Le correnti fredde nord-orientali contribuiranno inoltre a generare una certa instabilità atmosferica, con effetti che si faranno sentire maggiormente al centro-sud del Paese. È ancora presto per definire con precisione le aree che saranno coinvolte dal maltempo, ma è chiaro che ci troveremo a fronteggiare uno scenario più tipico del tardo autunno o dell’inverno piuttosto che della primavera. Questo fino al 22-23 Aprile. 

Con il proseguire del mese, secondo le proiezioni del modello ECMWF, il vortice freddo potrebbe spostarsi verso l’Europa centro-occidentale, favorendo l’afflusso di correnti meridionali più miti e un graduale rialzo delle temperature, almeno al centro-sud Italia. Questo potrebbe segnare un ritorno a valori termici più consoni alla media del periodo. Il Nord, invece, potrebbe continuare a risentire dell’aria fredda ancora circolante sull’Europa centrale per un periodo più lungo, fin verso il 25 di Aprile.

Queste previsioni a lungo termine necessitano di ulteriori conferme e aggiornamenti. Per restare informati sulle evoluzioni meteorologiche e sulle eventuali variazioni delle previsioni, è consigliato seguire gli aggiornamenti che rilasceremo nei prossimi giorni sul nostro sito.