Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Meteo: stiamo per piombare in INVERNO, e non per poco tempo

Meteo: stiamo per piombare in INVERNO, e non per poco tempo

16 Aprile 2024, ore 12:18
meteo si piomba in inverno

Il clamoroso ritorno dell’Inverno

Il caldo anomalo che ha avvolto il Belpaese nel recente periodo, con le temperature che hanno raggiunto nei giorni scorsi i 30°C, sta per abbandonare la nostra penisola proprio in queste ore. Le correnti fredde, provenienti direttamente dall’Artico, sono pronte a fare il loro ritorno sul bacino del Mediterraneo e sulla nostra penisola.

Tale irruzione di aria invernale giunge in un momento sicuramente delicato per il ciclo naturale, proprio durante la fase di fioritura degli alberi da frutto che, anticipando i tempi, hanno inaugurato il loro risveglio da ogni angolo d’Italia. Il calore anticipato di marzo e della prima parte di Aprile ha innescato un risveglio dell’ecosistema, e ora l’inaspettata ondata di freddo imminente rischia di infliggere danni significativi all’intero settore agricolo. Il pericolo numero uno sarà quello delle gelate, possibili fino a quote basse soprattutto al Nord-Est.

Avvio del peggioramento

Il peggioramento del tempo prenderà il via a partire dalle prossime ore, con l’avanzata dell’aria fredda che sfonderà il muro di alta pressione da nord. L’area colpita in questa prima fase sarà quella del Nord-Est, dove sono attesi piogge e temporali, fenomeni che localmente potrebbero evolversi in grandinate e locali nubifragi. Nel corso delle ore il fresco si propagherà in tutto il territorio nazionale, portando entro mercoledì un calo delle temperature che si porteranno rapidamente sotto le medie stagionali.

Non si tratterà, come vi abbiamo già preannunciato, di una breve parentesi più fredda. A partire da mercoledì, infatti, si inaugurerà un periodo prolungato di stampo tardo autunnale/invernale che potrebbe persistere sino alla settimana successiva, stando alle ultime previsioni.

Persistenza di temporali e calo termico

Dopo quello di questi giorni, un ulteriore fronte freddo si prevede possa attraversare l’Italia tra sabato e domenica, portando con sé piogge e altri temporali, con una maggiore incidenza sul nordest e sulle aree adriatiche. I contrasti termici tipici della primavera, con il freddo che si insinua in quota e l’aria più calda che si accumula durante le ore diurne grazie all’irraggiamento solare, potrebbero generare forti temporali, anche accompagnati da grandine e nubifragi localizzati. Per quanto riguarda le zone montuose, si prevedono nevicate a quote relativamente basse, a partire dagli 800 o 900 metri d’altitudine, con maggiore probabilità sull’Appennino centro-settentrionale. Le temperature infatti saranno in ulteriore lieve calo soprattutto da Domenica. E anche l’inizio della prossima settimana, come dicevamo, sembra essere segnata da un clima decisamente frizzante per il periodo. Vi aggiorneremo!