Home > Aggiornamenti meteo > Meteo: freddo, addirittura gelo, sull’Europa. Anche l’Italia coinvolta.

Meteo: freddo, addirittura gelo, sull’Europa. Anche l’Italia coinvolta.

17 Aprile 2024, ore 20:58
meteo gelo europa freddo italia

È in atto un significativo mutamento climatico sull’Italia, causato dall’ingresso di una imponente saccatura proveniente dal Settentrione europeo, la quale ha innescato un abbassamento notevole delle temperature e favorito la formazione di condizioni atmosferiche instabili. Le manifestazioni di questo afflusso di aria più fredda e instabile sono destinate a ripetersi anche per i giorni a venire, con un aumento della frequenza di piogge e fenomeni temporaleschi, specie nel corso del pomeriggio, e con particolare incidenza nelle zone del centro-sud della Penisola.

Il flusso di aria fredda che fluisce dalle latitudini nord-orientali dell’Europa è destinato a esercitare la sua influenza sul Mediterraneo per un periodo prolungato, mantenendo le temperature in una forbice inferiore rispetto a quelle che sono le medie del periodo. E questo fa decisamente notizia, viste le perenni anomalie calde vissute negli ultimi mesi e anche nelle settimane recenti.

Secondo gli ultimi aggiornamenti, si prevede un’accentuazione del flusso di correnti fredde a partire da questo weekend, con estensione all’inizio della settimana successiva. L’anticiclone delle Azzorre dovrebbe risalire ancor più verso l’alto sull’Atlantico, posizionandosi tra la Gran Bretagna e l’Islanda, e questo movimento favorirà la discesa verso sud di masse d’aria fredda lungo il margine orientale dell’anticiclone, con destinazione Europa centrale e appunto Italia.

Una massa d’aria ancor più fredda di quella attuale si espanderà sull’Europa centrale fra sabato e domenica. Tale fenomeno potrebbe portare a nevicate a quote basse, a tratti fino al piano, nelle regioni baltiche e in nazioni come Germania, Polonia e Repubblica Ceca. Non è escluso il pericolo di gelate tardive che potrebbero avere effetti dannosi per l’agricoltura.

L’aria fredda, benché leggermente più mitigata rispetto all’Europa centrale, si farà strada fino all’Italia a partire da domenica, dopo un lieve temporaneo riscaldamento atteso nel corso di sabato. Avremo per tanto un calo delle temperature, in maniera più evidente tra domenica e lunedì, con i termometri che si attesteranno su valori pressoché invernali.

Le temperature faranno fatica a superare i 14-15 gradi nelle aree nord-orientali e lungo le coste adriatiche, neanche durante le ore più calde della giornata, e si attesteranno su valori solo di poco superiori nelle zone tirreniche. Complessivamente, il clima si presenterà decisamente fresco in tutta la nazione, con temperature inferiori rispetto alle medie stagionali di diversi gradi.

La diminuzione termica sarà accompagnata da un rinnovato stato di instabilità dell’atmosfera, che si manifesterà con rovesci e temporali frequenti, principalmente nel centro e nel sud della Penisola durante la domenica e, con probabilità, anche al nord nei primi giorni della settimana entrante.