Home > Aggiornamenti meteo > Meteo: freddo, temporali, grandinate. A rischio anche il 25 Aprile.

Meteo: freddo, temporali, grandinate. A rischio anche il 25 Aprile.

17 Aprile 2024, ore 12:02
meteo instabilità fresco

Una perturbazione di origine artico-marittima ha impattato fra ieri e oggi sulla nostra penisola, scacciando via il caldo portato dall’anticiclone sub-tropicale nei giorni passati e inducendo così una importante discesa delle temperature. Tale corrente fredda sembra intenzionata a prolungare il suo soggiorno nel nostro paese, portando un clima dai connotati tardo autunnali o a tratti invernali per tutto il proseguo di questa settimana e probabilmente anche per buona parte della prossima.

Inoltre l’aria fresca, insieme al naturale riscaldamento diurno del suolo tipico di questo periodo dell’anno, determineranno sbalzi di temperatura e contrasti termici in grado di attivare fenomeni temporaleschi e precipitazioni anche di una certa intensità. Nei prossimi giorni non sono esclusi, in particolare nelle regioni interne del nord-est, del centro, nonché in Puglia, Basilicata e Campania, episodi di grandine improvvisa, tipica proprio del contrasto fra aria fredda in quota e aria più calda nei bassi strati.

All’instabilità attesa si aggiunge il pericolo di gelate tardive e brinate notturne, un fenomeno particolarmente probabile nelle regioni settentrionali, all’interno delle valli alpine e prealpine, ma potenzialmente anche nelle zone interne del Centro. Il giorno potrebbe regalare momenti di tregua, con un clima più clemente sotto i raggi solari, ma è nelle ore post-tramonto e notturne che il freddo si farà sentire con maggiore vigore, soprattutto in quei luoghi dove si diraderanno le nubi.

Le correnti fredde di matrice nord-europea si riveleranno come detto protagoniste per i prossimi giorni, ma sembrano voler continuare a influenzare il Mediterraneo e l’Italia fin verso la giornata festiva del 25 Aprile. Le previsioni meteo più recenti delineano uno scenario in cui nubi, rovesci e temperature piuttosto basse potrebbero essere gli indesiderati ospiti delle commemorazioni della festa della liberazione. L’instabilità, con probabili temporali, è attesa soprattutto al Nord e nelle regioni centrali, là dove l’influenza dei venti freddi sarà più marcata. Serviranno ulteriori aggiornamenti però per confermare questa tendenza.