Home > Previsioni Meteo > Meteo: il risveglio dell’Inverno troppo in ritardo, ecco il rischio peggiore

Meteo: il risveglio dell’Inverno troppo in ritardo, ecco il rischio peggiore

Ecco il freddo su tutta Italia, si teme una settimana simil-invernale!

17 Aprile 2024, ore 8:00
meteo gelo brina tardiva

Mentre scriviamo queste righe, è in atto l’ondata di freddo tanto annunciata nei giorni scorsi. Le temperature sono già scese in maniera repentina su tutto il nord e, proprio in queste ore, il freddo sta dilagando sulle regioni centrali, dove sta causando acquazzoni e forti temporali. Entro questa sera, il freddo avrà raggiunto tutto il Sud Italia, spazzando via definitivamente il caldo anomalo che ha interessato lo stivale per oltre una settimana.

Freddo per giorni

Non si tratterà di una toccata e fuga dal freddo, bensì di una lunga fase fredda di stampo invernale che ci farà compagnia addirittura fino alla festa della liberazione. Addirittura, a partire dal weekend, il freddo rischia di intensificarsi ulteriormente grazie all’arrivo dei flussi freddi dai Balcani che potrebbero traghettare sull’Italia masse d’aria tipicamente da pieno inverno. Questo ulteriore calo delle temperature andrà a generare forti contrasti termici, considerando che ci troviamo pur sempre nel pieno della primavera e di conseguenza potremmo imbatterci in acquazzoni e forti temporali soprattutto durante le ore pomeridiane.

Con l’arrivo di questi forti temporali, che si manifesteranno a più riprese nei prossimi giorni, c’è il serio rischio di imbattersi anche in locali forti grandinate con chicchi di medio-grosse dimensioni soprattutto nelle zone interne e collinari del nord-est, del Centro Italia e parte del Sud, come su Puglia, Basilicata e zone interne della Campania.

Rischio gelo tardivo!

Il rischio più grave, tuttavia, sarà dato da brinate e gelate tardive che nei prossimi giorni potrebbero manifestarsi soprattutto al Nord e nelle valli montuose. Le aree alpine, prealpine, le zone interne del Centro Italia e la Val Padana potrebbero ricevere la visita della brina e del gelo notturno, soprattutto a partire dal fine settimana, quando il vento si calmerà quasi del tutto su questi territori, favorendo una rapida dispersione del calore durante le ore notturne. Stiamo parlando del fenomeno dell’irraggiamento notturno che favorirà la discesa delle temperature anche al di sotto dello zero e quindi permetterà lo sviluppo del gelo che potrebbe danneggiare seriamente tanti alberi da frutto ormai in fiore da settimane.