Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Previsioni meteo: la tregua durerà poco, intensa ondata di maltempo il 1° Maggio

Previsioni meteo: la tregua durerà poco, intensa ondata di maltempo il 1° Maggio

26 Aprile 2024, ore 13:35
meteo forte maltempo

La primavera sta presentando un carattere estremamente variabile e ricco di colpi di scena. Dopo un periodo prolungato di freddo anomalo e maltempo, finalmente siamo prossimi a un significativo miglioramento atmosferico. Tutti coloro che hanno atteso con impazienza il ritorno di un clima più mite possono tirare un sospiro di sollievo: le condizioni atmosferiche stanno per migliorare notevolmente, riportando un’aria tipicamente primaverile sulla nostra penisola.

Il weekend si preannuncia come il palcoscenico di questo cambiamento, con il bel tempo che tornerà a dominare su gran parte d’Italia. Le temperature, dopo essersi attestate su valori insolitamente bassi per il periodo, sperimenteranno un rialzo significativo. Si prevedono punte di 26-27 gradi nelle aree interne del Paese, con un aumento termico di almeno 10 gradi rispetto alle recenti giornate. Questo riscaldamento, pur apprezzabile, non dovrebbe però portare a grossi eccessi, almeno per il momento.

Ma questa svolta verso il bel tempo non deve trarre in inganno, perché già a cavallo tra la fine di aprile e l’inizio di maggio si preannuncia un nuovo peggioramento delle condizioni meteo. Dopo un inizio di settimana in prevalenza stabile, con sole prevalente e temperature gradevoli, si assisterà a un brusco rovescio del tempo.

Una perturbazione, originata da un esteso vortice depressionario sulla Penisola Iberica, si avvicinerà rapidamente verso l’Italia, colpendo inizialmente le isole maggiori e successivamente i settori tirrenici della penisola a partire dal pomeriggio/serata di martedì 30 aprile. Nel corso del successivo 1° maggio, la perturbazione si estenderà su gran parte del territorio nazionale, sospinta da venti meridionali. Si attendono piogge e temporali diffusi, in particolare al centro-nord e nelle regioni tirreniche centrali. Ma non si esclude instabilità anche nelle zone adriatiche e nel sud Italia. Le temperature saranno in generale diminuzione, più sensibile al centro-nord.

I fenomeni temporaleschi, soprattutto al centro-nord e nelle regioni affacciate sul Tirreno, potrebbero assumere intensità notevole. Non mancheranno, infatti, grandinate, fulmini e raffiche di vento, alimentati dai contrasti termici fra aria calda e aria più fresca in arrivo.

Il maltempo è previsto proseguire anche nella giornata del 2 maggio, con un altro possibile impulso perturbato veicolato sempre dal ciclone depressionario che insisterà sull’Europa occidentale. Seguite i prossimi aggiornamenti.