Home > Previsioni Meteo > Meteo: 1° Maggio da incubo, piogge e temporali su tante regioni!

Meteo: 1° Maggio da incubo, piogge e temporali su tante regioni!

Depressione all'avvio di Maggio, ombrelli aperti su tante regioni

27 Aprile 2024, ore 12:30
meteo maggio inizia maltempo ombrello

Gli ultimi aggiornamenti dei modelli meteo riguardanti l’evoluzione del 1 maggio non promettono nulla di buono. Le tendenze dei giorni scorsi sono ormai confermate e possiamo annunciare un nuovo peggioramento del tempo nei primi giorni di maggio, a partire proprio dalla festa dei lavoratori.

Ritorno del maltempo

Per essere più precisi, le prime note instabili arriveranno già da martedì 30 Aprile, a cominciare dal nord-ovest e le zone interne del Centro Italia e la Sardegna dove si approcceranno acquazzoni e temporali localmente intensi. Ma il maltempo entrerà nel vivo proprio durante la festa dei lavoratori, quando un ciclone prenderà vita nei pressi della Corsica e innescherà la risalita di aria umida che darà luogo a nubi, piogge e temporali su gran parte del nord e del versante tirrenico. Con una buona probabilità, le precipitazioni potrebbero coinvolgere anche il medio Basso Adriatico e gran parte del Sud tra il pomeriggio e la sera del 1 maggio.

Tutti i centri di calcolo al momento concordano con l’arrivo di questa perturbazione del 1 maggio e di conseguenza possiamo ormai confermarvi l’alta probabilità di maltempo nel giorno meno ideale. Insomma, ombrello a portata di mano e soprattutto abiti un po’ più pesanti, considerando che all’arrivo di questa perturbazione le temperature riprenderanno a scendere, portandosi attorno alle medie del periodo. Insomma, non farà certamente freddo come successo nei giorni scorsi, però nemmeno caldo come invece percepiremo in questo finale di Aprile.

Il maltempo ci farà compagnia anche nei giorni successivi, ovvero tra il due e il 3 maggio, soprattutto sul Centro Nord Italia dove insisterà questa depressione colma di tanti acquazzoni e temporali disorganizzati ma localmente potenti. Passata questa perturbazione potrebbe ritornare l’alta pressione su tutta la nostra penisola per diversi giorni consecutivi, garantendo un costante aumento termico.