Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Meteo: Maggio porterà instabilità e fresco, nessuna forte ondata di caldo in vista nella prima parte

Meteo: Maggio porterà instabilità e fresco, nessuna forte ondata di caldo in vista nella prima parte

29 Aprile 2024, ore 15:01
Meteo maggio instabile

Meteo maggio instabileUn promontorio di alta pressione subtropicale sta regalando all’Italia un inizio di settimana caratterizzato da un tempo ampiamente stabile e più mite. Un’ondata di calore primaverile, dovuta all’afflusso di correnti meridionali, ha permesso un netto aumento delle temperature già nel corso del weekend e che si sta confermando anche in questo avvio di settimana.

Perturbazione in arrivo, maltempo e fresco

L’anticiclone, tuttavia, si preannuncia di breve durata. Come anticipato da diversi giorni, siamo nelle ultime ore di dominio dell’alta pressione. Fra domani, 30 aprile e mercoledì 1° maggio, si prevede un deciso cambio di scenario: l’Italia sarà interessata da un nuovo, ennesimo, peggioramento del tempo.

Una perturbazione atlantica, legata a un’ampia struttura depressionaria posizionata sull’Europa centro-occidentale, inizierà ad avvicinarsi alla Penisola, portando con sé piogge e temporali su vasta scala, a tratti anche di forte intensità. Questa situazione, oltre a determinare un peggioramento delle condizioni meteorologiche, sarà accompagnata da un progressivo ritorno di aria più fresca che, a partire dal Nord e muovendosi verso il Meridione, farà calare le temperature, riportandole su valori più consueti per la stagione, pur senza raggiungere le punte di freddo registrate nel periodo recente.

La fase instabile dovrebbe persistere fino a venerdì 3 maggio, caratterizzata da numerosi rovesci e da una persistente attività temporalesca. Solo verso il fine settimana potrebbe sopraggiungere una rimonta anticiclonica con la probabile ricomparsa del sole su gran parte del territorio nazionale.

Fase instabile prolungata, altre perturbazioni a lungo termine

Ciononostante, anche questa rimonta dell’alta pressione potrebbe rivelarsi fugace. Dall’analisi degli aggiornamenti forniti dai principali centri di calcolo meteorologico emerge che nuove incursioni instabili potrebbero far rotta verso l’Italia dall’Oceano Atlantico, determinando nuove condizioni di maltempo. Guardando ai modelli a lungo termine, si prevede che il periodo fino al 10 maggio sarà caratterizzato da un’alternanza tra frequenti piogge, temporali e brevi pause asciutte, con temperature in genere fresche, soprattutto al Centro-Nord, leggermente più miti al Sud.

L’alta pressione sul bacino del Mediterraneo e sull’Italia, dunque, potrebbe riscontrare difficoltà a stabilizzarsi, e questa situazione potrebbe protrarsi anche verso la metà di Maggio. La tendenza a medio-lungo termine suggerisce dunque un proseguimento di questo pattern climatico, con un clima che resterà variabile e spesso perturbato. Molto basse, per il momento, le probabilità che ritorni il caldo anomalo di matrice nord-africana.