Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Peggioramento imminente, FORTI TEMPORALI fra 30 Aprile e 1° Maggio

Peggioramento imminente, FORTI TEMPORALI fra 30 Aprile e 1° Maggio

29 Aprile 2024, ore 12:53
meteo peggioramento temporali

Dopo un weekend che ha visto un notevole miglioramento delle condizioni meteorologiche, caratterizzato da un clima più mite e temperature che hanno superato i 20 gradi, con punte di 26-27 gradi nelle regioni tirreniche, l’Italia si prepara ora a fronteggiare un nuovo peggioramento del tempo.

La giornata odierna rappresenta l’ultimo baluardo dell’alta pressione prima di un imminente cambiamento. Da domani, martedì 30 aprile, una depressione atlantica, proveniente da ovest, inizierà a far sentire i suoi effetti sull’Italia ponendo fine a questa brevissima fase anticiclonica. Già nel pomeriggio si prevede un progressivo aumento della nuvolosità, seguito dalle prime precipitazioni e temporali, che interesseranno inizialmente la Sardegna e il nord-ovest, per poi estendersi ai settori tirrenici nel corso della serata e della nottata. Questi fenomeni meteorologici potrebbero intensificarsi, in particolare su Sardegna e Piemonte, dove si attendono temporali di forte intensità. Il resto d’Italia resterà in attesa, ma sarà solo questione di ore.

Bassa pressione sul centro-nord Italia il giorno 1° Maggio Attesi piogge e temporali diffusi Modello Ecmwf

Bassa pressione sul centro-nord Italia il giorno 1° Maggio
Attesi piogge e temporali diffusi
Modello Ecmwf

Il peggioramento del tempo sarà ancora più marcato il 1° maggio, come è stato preannunciato da diversi giorni. Un’area di bassa pressione si sposterà verso est e si posizionerà sul centro-nord del Paese, portando con sé piogge e temporali diffusi, che colpiranno in modo sparso, ma con episodi che possono risultare molto intensi, accompagnati da grandine, raffiche di vento e frequenti fulminazioni. Le aree più colpite saranno il nord-ovest e le regioni tirreniche, con fenomeni più marcati e temporaleschi attesi in Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Umbria e Sardegna. Al sud, seppur in condizioni migliori, non mancheranno rovesci sparsi, soprattutto sui settori tirrenici.

In montagna, in particolare sulle Alpi, sono previste nevicate intorno ai 2000 metri di quota. La perturbazione determinerà anche un generale calo delle temperature, più marcato al centro-nord, e un rinforzo dei venti dai quadranti meridionali.

Il maltempo dovrebbe persistere anche nella giornata del 2 maggio, con numerosi temporali previsti ancora sulle regioni centro-settentrionali. Si attendono ulteriori aggiornamenti per delineare con maggiore precisione l’evoluzione delle condizioni meteo nei giorni a seguire.