Home > Previsioni Meteo > Meteo a lungo termine > Previsioni meteo: altro MALTEMPO e fresco la prossima settimana

Previsioni meteo: altro MALTEMPO e fresco la prossima settimana

2 Maggio 2024, ore 13:56
meteo prossima settimana maltempo

Il mese di maggio 2024 sembra aver deciso di seguire il percorso della variabilità meteorologica già avviato nella seconda parte di aprile. L’avvio è stato contraddistinto da una fase di maltempo marcata, legata a una vasta depressione di origine atlantica, che tutt’ora apporta i suoi effetti su gran parte d’Italia.

Verso un temporaneo miglioramento dopo la fase instabile

Ci avviamo però verso un graduale miglioramento che si manifesterà in particolare nel corso del weekend. Durante il fine settimana si prevede infatti un aumento della pressione che dovrebbe garantire tempo più soleggiato e un lieve aumento delle temperature. Il fresco che ha caratterizzato gli ultimi giorni sembrerebbe così lasciare spazio a un clima tipicamente primaverile, sebbene la situazione al Nord rimanga ancora incerta, con qualche possibile rovescio che potrebbe sfuggire al controllo dell’alta pressione.

Nuova perturbazione atlantica la prossima settimana

Questa tregua, però, potrebbe non durare a lungo. Gli ultimi modelli previsionali sembrano convergere verso un nuovo cambiamento per la prossima settimana. La presenza dell’anticiclone, infatti, sarà probabilmente solo un breve intervallo tra due periodi perturbati. Una “goccia fredda“, un impulso di aria instabile proveniente dall’Atlantico, è prevista dirigersi verso il Mediterraneo, interessando in pieno la Penisola italiana.

Il meteo, dunque, è destinato a subire un nuovo peggioramento nei giorni compresi tra il 7 e il 9 maggio, con precipitazioni e temporali diffusi che potrebbero rivelarsi localmente intensi. Questa nuova fase di instabilità sarà caratterizzata anche da un calo delle temperature, conseguenza diretta del trasporto di aria più fresca proveniente dal Nord-Atlantico. Così, dopo un weekend e un inizio settimana (lunedì 6 maggio) che dovrebbero regalare un piacevole aumento dei termometri, ci si dovrà preparare a rispolverare gli ombrelli e magari qualche indumento più pesante.

È però necessario rimarcare l’incertezza che ancora avvolge queste previsioni, che aumenta in particolare quando si parla di configurazioni come le “gocce fredde” che si muovono attraverso il Mediterraneo. Prevedere l’esatta collocazione e la precisa traiettoria di tali fenomeni risulta complicato per i meteorologi e, pertanto, il quadro complessivo richiede di essere costantemente monitorato e aggiornato nei prossimi giorni.