Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Allerta meteo per le prossime ore: probabili supercelle e fenomeni violenti in Pianura Padana

Allerta meteo per le prossime ore: probabili supercelle e fenomeni violenti in Pianura Padana

15 Maggio 2024, ore 15:37
allerta supercelle

Una intensa ondata di maltempo ha preso di mira le regioni settentrionali d’Italia, confermando le previsioni meteorologiche dei giorni scorsi. Piogge abbondanti stanno causando criticità diffuse, soprattutto in Lombardia e nel Piemonte settentrionale. I fenomeni hanno provocato accumuli di pioggia notevoli, superando anche i 100 millimetri dalla mezzanotte.

Purtroppo, l’ondata di maltempo è solo all’inizio. Nelle prossime ore, dopo le persistenti precipitazioni di questa mattina, è attesa una seconda fase del peggioramento, che potrebbe assumere caratteristiche ancora più intense a causa dello sviluppo di temporali violenti.

Questo è dovuto al passaggio del fronte freddo della perturbazione. Nel pomeriggio/sera odierno è previsto un rapido sviluppo di temporali nell’area centro-orientale della pianura padana, favorito anche dal contributo di un richiamo sciroccale e dalla presenza di elevati contrasti termici, che alimenteranno una forte instabilità atmosferica. La zona colpita dovrebbe essere quella compresa fra l’Emilia Romagna centro-orientale, in particolare le province di Parma, Bologna, Modena, Ferrara e la zona del Delta del Po, il sud-est della Lombardia e il settore centro-occidentale del Veneto.

Le condizioni sono estremamente favorevoli alla formazione di supercelle, i temporali dalle caratteristiche più violente. Un’analisi dei modelli locali (LAM) indica che una supercella intensa potrebbe formarsi in particolare nell’Emilia centrale, dirigendosi verso nord-est e quindi verso il sud-est della Lombardia e la zona di confine con il Veneto, come evidenziato nella mappa (area cerchiata in rosso).

allerta supercella

Si raccomanda estrema prudenza, poiché i fenomeni potrebbero essere di forte intensità, accompagnati da grandinate di dimensioni superiori ai 4-5 centimetri, colpi di vento, numerosi fulmini nube-suolo, e non è escluso il rischio di fenomeni vorticosi, come i tornado.

Va sottolineato che è difficile, se non impossibile, collocare esattamente fenomeni temporaleschi come le supercelle, pertanto si invita a considerare il rischio nelle aree indicate in generale. Durante la fase di nowcasting in tempo reale, (la facciamo tramite le nostre pagine Facebook), è possibile fornire dettagli e coordinate geografiche più precise sull’evoluzione di questi fenomeni.