Home > Meteo News > Catastrofica frana in Papua Nuova Guinea, oltre 600 morti

Catastrofica frana in Papua Nuova Guinea, oltre 600 morti

26 Maggio 2024, ore 14:50
papua nuova guinea frana

Una tragedia di proporzioni devastanti ha colpito Papua Nuova Guinea. Circa 670 persone hanno perso la vita a causa di una massiccia frana che ha raso al suolo un intero villaggio situato negli altopiani di Enga, nel nord dell’isola nel Pacifico sud-occidentale. Secondo Serhan Aktoprak, un funzionario dell’agenzia ONU per l’immigrazione con sede a Port Moresby, “ci sono circa 150 case sepolte e si stima che 670 persone siano morte”.

I servizi di emergenza stanno affrontando enormi difficoltà nel raggiungere e prestare aiuto alle vittime dell’area colpita. Il terreno accidentato e i danni alle strade principali causati dalla frana stanno rendendo estremamente complicato l’accesso via terra. Alcune delle aree più colpite sono accessibili solo tramite elicotteri, un fattore che rallenta ulteriormente gli sforzi di soccorso.

La frana è stata probabilmente innescata dalle forti piogge che hanno colpito la regione nelle ultime settimane. Queste piogge incessanti hanno saturato il terreno, portando a un disastro naturale di tale portata. Oltre alla perdita di vite umane, la frana ha distrutto bestiame, raccolti e fonti di acqua pulita, aggravando ulteriormente la situazione degli abitanti della zona.

Papua Nuova Guinea, un paese caratterizzato da un terreno montuoso e da frequenti precipitazioni, è particolarmente vulnerabile a frane e altri disastri naturali. Le infrastrutture limitate e le difficoltà logistiche complicano ulteriormente la gestione delle emergenze. La tragedia nel villaggio degli altopiani di Enga mette in luce la necessità di migliorare le infrastrutture e i sistemi di risposta ai disastri per prevenire e mitigare future catastrofi.