Home > Previsioni Meteo > Meteo: temporali senza sosta, almeno altri sette giorni da dimenticare

Meteo: temporali senza sosta, almeno altri sette giorni da dimenticare

Italia sotto correnti atlantiche per giorni, rischio temporali fino a fine Maggio!

27 Maggio 2024, ore 8:00
meteo altri 7 giorni da dimenticare

Non arrivano buone notizie dai modelli matematici riguardo l’evoluzione meteo dei prossimi 7 giorni. La settimana entrante ci riserverà nuove brutte sorprese come i soliti temporali, le solite grandinate con chicchi piuttosto grossi e anche un nuovo rischio di pioggia a carattere di nubifragio. Questo rischio sarà molto più esplicito sulle regioni del Nord Italia che, soprattutto a metà settimana, si ritroveranno a fare i conti con un vasto fronte temporalesco colmo di fenomeni intensi.

Andrà meglio invece al Sud, dove per buona parte della settimana prevarrà una maggiore stabilità, al netto di qualche improvviso temporale pomeridiano che potrebbe colpire con più facilità le zone interne, collinari e montuose della Puglia, della Campania, della Calabria e della Basilicata.

Avvio d’Estate shock

Arrivati al prossimo fine settimana, che andrà anche ad inaugurare il mese di giugno e l’estate meteorologica, l’Italia rischia di ricevere la visita di un vasto impulso fresco nord-europeo che potrebbe generare una potente ondata di maltempo. Questa sferzata fresca proveniente da nord rischia di causare un severo peggioramento soprattutto al Nord Italia tra sabato 1 e domenica 2 giugno, proprio durante la festa della Repubblica.

Sia il modello americano GFS che il collega europeo ECMWF sono concordi sull’arrivo di questa forte perturbazione di inizio estate, che regalerebbe un calo diffuso delle temperature su tutto il Centro-Nord Italia e anche tante precipitazioni e violenti temporali. Insomma, ombrelli a portata di mano sulle regioni del Nord e anche su quelle centrali, mentre il Sud potrebbe godere di un fine settimana un po’ più asciutto e soprattutto molto più caldo grazie all’afflusso di aria calda nord-africana.

Le brutte notizie, dunque, riguardano principalmente le regioni del Centro-Nord, ancora una volta alle prese con forte maltempo anche all’avvio di giugno, mentre il meridione potrebbe vivere giornate un po’ più calde e un po’ più stabili, al netto di qualche raffica di scirocco e di polvere desertica alle alte quote che potrebbe anche alimentare degli improvvisi temporali pomeridiani nelle zone interne.