Home > Previsioni Meteo > Meteo a medio termine > Previsioni meteo 2 Giugno: Festa della Repubblica a rischio temporali su molte regioni

Previsioni meteo 2 Giugno: Festa della Repubblica a rischio temporali su molte regioni

28 Maggio 2024, ore 11:13
meteo temporali 2 giugno

Le previsioni meteo per i prossimi giorni confermano un quadro di diffusa instabilità atmosferica su gran parte d’Italia, con particolare riguardo per il Nord e le aree interne appenniniche del Centro-Sud, dove si attendono numerosi temporali. Le condizioni peggiori riguarderanno sicuramente l’area settentrionale, maggiormente esposta al flusso di aria fresca e instabile portato da un’ampia area depressionaria presente sull’Europa centro-settentrionale.

Peggioramento tra giovedì sera e venerdì

L’apice della fase instabile è previsto tra giovedì sera e venerdì, quando temporali e nubifragi colpiranno gran parte del Nord Italia. Questa fase sarà caratterizzata da fenomeni intensi, con rischio di grandinate, tempeste di fulmini e forti raffiche di vento. Le regioni più colpite saranno Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, ma anche l’Emilia Romagna dovrebbe vedere temporali di forte intensità.

Miglioramento temporaneo sabato 1 giugno

Nel corso di sabato 1 giugno, il fronte perturbato si allontanerà, permettendo un generale miglioramento delle condizioni meteorologiche. Sarà una giornata più soleggiata e stabile, anche se locali rovesci potranno ancora interessare le zone montuose. Questo miglioramento, tuttavia, sarà solo temporaneo.

Nuovo peggioramento per la Festa della Repubblica

Domenica 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, è atteso un nuovo peggioramento. Una nuova goccia fredda in quota, in avvicinamento dalla Francia all’area nord-occidentale della penisola, dovrebbe determinare un rinvigorimento dell’instabilità, specialmente nella seconda parte della giornata. Dopo una mattinata variabile ma tutto sommato stabile, nel pomeriggio e in serata si prevedono nuove precipitazioni, anche a carattere temporalesco, su aree alpine, prealpine e sul Nord-Ovest. Fenomeni sparsi potrebbero interessare anche il Centro, con rovesci e temporali che dalle aree tirreniche potrebbero estendersi fino alle zone adriatiche.

Situazione migliore al Sud

Al Sud, la situazione sarà decisamente migliore. Si prevede un’alternanza di nubi, velature e schiarite, con cieli che potrebbero essere offuscati dalla sabbia in sospensione per l’afflusso di correnti calde di origine nord-africana. Le temperature saranno più elevate e potranno raggiungere punte di 29-30 gradi, anche superiori fra Sicilia e Calabria e Salento. Al Centro-Nord invece i valori massimi dovrebbero attestarsi intorno ai 24-27 gradi.