Home > Notizie extra > Tragedia all’Aeroporto di Amsterdam: persona muore risucchiata dal motore di un aereo

Tragedia all’Aeroporto di Amsterdam: persona muore risucchiata dal motore di un aereo

30 Maggio 2024, ore 10:06
aereo motore

Un’incredibile tragedia è avvenuta all’aeroporto di Amsterdam-Schiphol, dove una persona è morta dopo essere stata risucchiata dalla turbina di un aereo di linea durante le fasi di preparazione alla partenza. L’incidente è avvenuto sul piazzale fuori dal trafficato terminal dell’hub, mentre un volo KLM era pronto a decollare verso Billund, in Danimarca.

I funzionari dell’aeroporto hanno riferito che il mezzo coinvolto è un jet Embraer a corto raggio, utilizzato dal servizio Cityhopper di KLM. Dopo l’incidente, i passeggeri sono stati fatti scendere dall’aereo e le autorità hanno immediatamente aperto un’indagine per chiarire la dinamica dei fatti.

Alcuni passeggeri del volo hanno vissuto in diretta l’orrenda scena, osservando la tragica morte della vittima. Subito dopo l’accaduto, diverse bandiere olandesi sono state poste a mezz’asta davanti all’ingresso principale dell’aeroporto, mentre il paese intero è sotto shock. In una nota ufficiale, KLM ha dichiarato: “Oggi a Schiphol si è verificato un incidente durante il quale una persona è finita nel motore di un aereo in funzione, purtroppo la persona è morta”. La compagnia non ha però rivelato l’identità della vittima.

La dinamica dei fatti resta da chiarire e ci sono alcuni punti oscuri sulla vicenda. Un dipendente della compagnia presente a bordo dell’aereo ha riferito che una persona sarebbe saltata nel motore mentre l’equipaggio aveva appena completato le istruzioni sulla sicurezza. “Si è udito un rumore infernale e per un attimo si è visto del fumo,” ha raccontato il testimone. Tuttavia, non è chiaro se la vittima fosse un passeggero o un dipendente dello scalo. Inoltre, non si sa ancora se il gesto sia stato intenzionale, accidentale o il risultato di un incidente sul lavoro. L’ipotesi del suicidio resta al vaglio.

Eventi di questo genere sono rari, ma non senza precedenti. A gennaio, un uomo è morto all’aeroporto internazionale di Salt Lake City negli Stati Uniti, dopo essere salito sul motore di un aereo ed essere stato risucchiato. Tali incidenti sollevano gravi preoccupazioni riguardo alla sicurezza nelle aree operative degli aeroporti e alla necessità di rafforzare le misure di prevenzione per evitare tragedie simili in futuro.