Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Meteo 2 Giugno, Festa della Repubblica: piogge e temporali su molte regioni d’Italia, ecco quali

Meteo 2 Giugno, Festa della Repubblica: piogge e temporali su molte regioni d’Italia, ecco quali

31 Maggio 2024, ore 17:07
meteo 2 giugno

Le regioni settentrionali dell’Italia stanno affrontando un’intensa perturbazione atmosferica causata dall’isolamento di una vasta massa d’aria fredda in quota, posizionata tra il cuore dell’Europa Centrale e la nostra nazione. La presenza di questa struttura depressionaria avrà modo di influenzare il clima sull’Italia ancora per alcuni giorni. Dopo una temporanea tregua Sabato, l’instabilità tornerà infatti ad aumentare nella giornata di Domenica, 2 Giugno.

Nel corso della giornata del 2 Giugno, Festa della Repubblica, si prevede un peggioramento del tempo soprattutto dalla tarda mattinata e nelle ore pomeridiane, dopo le prime ore del giorno che dovrebbero trascorrere con una maggiore stabilità. Rovesci e temporali sparsi si svilupperanno sulle aree alpine, prealpine e anche in Pianura Padana, in particolare su Veneto, sud-est della Lombardia, Emilia Romagna. Si tratterà di fenomeni meno intensi oltre che meno diffusi rispetto ai recenti peggioramenti che hanno interessato il Nord, ma localmente non mancheranno temporali forti, accompagnati anche da qualche grandinata.

Anche il Centro Italia assisterà a un peggioramento con nubi in aumento e piogge e locali temporali in arrivo fra la tarda mattinata e il pomeriggio-sera. I fenomeni più marcati sono attesi su Toscana e Marche dove assumeranno carattere temporalesco, mentre fra Lazio e Abruzzo dovrebbe transitare un fronte di precipitazioni più esteso ma caratterizzato da piogge di debole o moderata intensità.

Andrà meglio al Sud, dove la giornata del 2 Giugno trascorrerà con alternanza di nubi e schiarite. Non è da escludere però che si possano verificare rovesci e temporali dalle ore pomeridiane in regioni come la Campania, la Puglia centro-settentrionale e la Basilicata. Altrove dovrebbe mantenersi stabile.

Riguardo le temperature, si delineerà uno scenario in cui l’Italia apparirà nettamente divisa in due, con il Centro-Nord che godrà di un clima generalmente più fresco e piacevole, mentre la parte meridionale del paese continuerà a subire gli effetti di un flusso caldo di origine nord-africana, che porterà le temperature a toccare valori vicini ai 29 o 30 °C in molte località, dalla Puglia fino alle città della Sicilia.