Home > Previsioni Meteo > Meteo week-end da dimenticare, Italia ancora spaccata in due

Meteo week-end da dimenticare, Italia ancora spaccata in due

Tra caldo intenso e temporali. Torna la grandine al nord tra sabato e domenica.

6 Giugno 2024, ore 12:00
meteo italia spaccata

L’alta pressione sta inglobando in queste ore tutta la nostra penisola e ha posto ufficialmente fine alla lunga fase perturbata che ci accompagnava da svariate settimane, soprattutto al Nord Italia. Questa tregua dal maltempo è assolutamente necessaria per smaltire una piccola parte degli eccessivi accumuli pluviometrici arrivati su gran parte del Nord. Ovviamente questa tregua, che durerà relativamente poco, non sarà sufficiente per portare alla normalità una situazione piuttosto critica.

Come già annunciato nei precedenti editoriali, la tregua durerà molto poco al Nord, addirittura appena altre 24 ore prima di fare nuovamente i conti con temporali particolarmente violenti. Nel corso di questo fine settimana l’Italia si troverà nuovamente divisa in due, seguendo il solito schema che va ormai avanti da oltre due mesi.

Il Nord subirà l’offensiva di aria fresca nord atlantica colma di piogge, temporali e grandinate, mentre le regioni del Sud e in parte anche quelle centrali dovranno vedersela con il caldo nordafricano, pronto a regalare la prima violenta ondata di caldo della stagione.

L’apice del caldo al momento è previsto tra domenica, lunedì e martedì, tre giorni in cui la temperatura massima raggiungerà in tante città del Sud addirittura i 38 o i 39 °. Non escludiamo l’arrivo dei primi 40 ° della stagione nelle zone interne del Foggiano, del Cosentino e della Sicilia centro-orientale. Insomma, sarà un’ondata di caldo decisamente degna di nota e al momento particolarmente anomala, visto che temperature del genere risulterebbero di oltre 10 ° superiori alle tipiche medie del periodo.

Il caldo non raggiungerà però le regioni del Nord, dove avremo a che fare con frequenti temporali e acquazzoni non solo nel weekend ma anche nel corso della prossima settimana. Insomma, l’Italia si troverà ancora una volta divisa in due, come già successo ripetutamente negli ultimi mesi.