Home > Meteo News > Drammatica siccità in Sicilia: le immagini impressionanti del Lago Rosamarina prosciugato [VIDEO]

Drammatica siccità in Sicilia: le immagini impressionanti del Lago Rosamarina prosciugato [VIDEO]

7 Luglio 2024, ore 15:33
siccità sicilia lago rosamarina

La situazione della siccità in Sicilia si sta facendo sempre più drammatica. L’assenza prolungata di pioggia e le rarissime perturbazioni che raggiungono l’isola stanno aggravando una crisi idrica che si protrae ormai da anni e, negli ultimi mesi, ha visto un sensibile peggioramento. Agricoltori e allevatori sono in ginocchio, combattendo quotidianamente contro una natura che sembra aver voltato loro le spalle.

I vari bacini d’acqua sono il chiaro segnale della crisi idrica in atto. Il Lago Rubino, in provincia di Trapani, presenta un livello dimezzato rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Secondo i dati di giugno del Dipartimento Regionale dell’Autorità di Bacino del Distretto Idrografico Sicilia, dai 4,86 milioni di metri cubi d’acqua (Mmc) del giugno 2023 si è passati ai 2,75 milioni di metri cubi, in calo rispetto anche all’ultima rilevazione, che corrispondeva a 2,87 milioni di metri cubi.

La situazione è drammatica anche al Lago Rosamarina, in provincia di Palermo, il più grande bacino artificiale della regione. La parte alta del lago è secca, un segnale evidente della totale assenza di pioggia. Addirittura, c’è gente che ne approfitta per fare trekking, sfruttando la percorribilità del fondale emerso. Le immagini, pubblicate dalla pagina CMS – Centro Meteorologico Siciliano – ODV, sono impressionanti:

Le previsioni meteo non lasciano spazio all’ottimismo. Il trend siccitoso è previsto continuare anche nelle prossime settimane. L’alta pressione africana, con caldo e stabilità, dominerà almeno per i prossimi dieci giorni, rendendo difficile sperare in una svolta a breve termine. Improbabile sperare in un miglioramento nel corso dell’estate. Si auspica piuttosto l’arrivo di piogge significative in autunno, ma la natura, purtroppo, non può essere controllata.

Oltre a sperare in un cambiamento delle condizioni meteorologiche, è indispensabile intervenire con misure concrete. È necessario migliorare la gestione delle risorse idriche, riducendo la dispersione d’acqua attraverso la manutenzione e l’ammodernamento delle reti idriche. La situazione attuale deve essere un monito per investire in infrastrutture più efficienti e resilienti, capaci di affrontare le sfide imposte dai cambiamenti climatici.

In questo contesto, gli agricoltori e gli allevatori siciliani chiedono un supporto immediato. Sono necessarie politiche che garantiscano un accesso equo e sostenibile all’acqua, per salvaguardare l’agricoltura e l’allevamento, settori fondamentali per l’economia e la cultura dell’isola. Gli aiuti economici, i piani di emergenza e gli incentivi per l’adozione di tecnologie di irrigazione efficienti sono passi imprescindibili per fronteggiare la crisi.