Home > Previsioni Meteo > Meteo a breve termine > Allerta meteo: fenomeni estremi e violenti temporali fra Europa centrale e Nord Italia domani Venerdì 12 Luglio

Allerta meteo: fenomeni estremi e violenti temporali fra Europa centrale e Nord Italia domani Venerdì 12 Luglio

11 Luglio 2024, ore 14:50
meteo violenti temporali nord italia

L’anticiclone africano, che ha dominato la scena meteorologica degli ultimi giorni, subirà un indebolimento nella giornata di domani, venerdì 12 luglio, sull’area settentrionale della penisola. Questo cambiamento sarà causato dall’ingresso di correnti d’aria di provenienza atlantica, legate a un’ampia saccatura centrata tra la Gran Bretagna e la Francia.

Questa struttura depressionaria porterà forte maltempo e violenti fronti temporaleschi soprattutto al di là delle Alpi, interessando Francia, Germania, Polonia, Svizzera, Austria e altri paesi dell’Europa centrale. Ma anche il nord Italia non sarà risparmiato, con condizioni meteorologiche in netto peggioramento. Sono attesi temporali, che potranno risultare anche di forte intensità, a causa dell’energia termica accumulata, derivante dal caldo e dal clima afoso presente in Pianura Padana.

Dettagli previsionali per il Nord Italia

Fin dal mattino di domani, rovesci e temporali interesseranno la Valle d’Aosta, il Piemonte centro-settentrionale e la Lombardia nord-occidentale. In queste aree c’è il rischio di nubifragi locali, grandinate e allagamenti lampo. Il peggioramento entrerà nel vivo tra il pomeriggio e la sera, con fenomeni ancora presenti su Piemonte e Lombardia, che potranno estendersi maggiormente alle zone di pianura. Probabile anche la formazione di temporali a supercella, in particolare fra Piemonte centro-settentrionale e Ovest Lombardia. Temporali si svilupperanno anche in Trentino Alto Adige e nei settori alpini e prealpini di Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Il rischio di fenomeni sarà invece basso sulle pianure del Nord-Est e in Emilia Romagna, così come in Liguria, dove prevarranno addensamenti nuvolosi alternati a schiarite.

Si raccomanda prudenza nelle aree colpite dal maltempo. Le elaborazioni dei modelli a scala locale evidenziano la possibilità di apporti pluviometrici compresi tra 50 e 100 mm, con punte localmente superiori nelle province settentrionali del Piemonte (Vco, Novara, Vercelli, Biella) e nel nord-ovest della Lombardia (Varese, Como, Lecco, Sondrio).

È importante sottolineare che, trattandosi di fenomeni prevalentemente di carattere temporalesco, possono colpire come sempre in modo molto localizzato. Questo significa che alcune zone potrebbero essere interessate da forti precipitazioni, mentre aree vicine potrebbero rimanere relativamente asciutte. La natura localizzata di questi fenomeni rende fondamentale seguire gli aggiornamenti e monitorare l’evoluzione in tempo reale per una corretta valutazione del rischio e delle misure di sicurezza da adottare.