Nebbie fitte in Valpadana

Nebbie fitte in Valpadana: Dopo una prima metà del mese piuttosto movimentata, il ritorno dell’ anticiclone ha determinato un aumento della stabilità accompagnata da uno scarso ricambio delle masse d’aria nei bassi strati. E’ chiaro che in queste circostanze le vallate e le aree pianeggianti diventano facilmente soggette a nebbie e nubi basse. La Pianura Padana per la sua morfologia è in prima linea durante la stagione fredda per quel che concerne persistenza e frequenza delle nebbie.  In questi ultimi giorni, pur in assenza di campi anticiclonici ben strutturati, si è assistito ad un netto ridimensionamento degli effetti delle correnti Artiche ed Atlantiche con conseguente scarsa ventilazione sulle Pianure del Nord. E le nebbie non hanno tardato a presentarsi.

La Pianura Padana presenta un’orografia che già di suo favorisce la stagnazione dell’ aria fredda negli strati prossimi al suolo anche perchè racchiusa tra Appennini ed Alpi che rallentano di molto il ricambio delle masse d’aria. Inoltre l’aumento della pressione che si sta verificando in questi giorni, essendo di matrice subtropicale, sta comportando l’afflusso di aria calda e stabile in quota che “intrappola” l’aria più fredda nei bassi strati. Ovviamente, come spiegato, il fenomeno è molto efficace nella vallate ed in Valpadana. In questo modo lo strato d’aria più freddo e prossimo al suolo si arricchisce d’umidità fino a dar luogo alla formazione di nebbie o strati bassi. La mancanza di una ventilazione efficace e l’insolazione minima in questo periodo dell’anno rendono poi difficile la dissipazione della nebbia. Con il passare dei giorni così le nebbie si intensificano e per di più aumenta anche la concentrazione degli inquinanti, proprio per la staticità atmosferica.

Nebbie fitte in Valpadana

Nebbie fitte in Valpadana. L’immagine si riferisce alla Bassa Lombardia

Oggi e domani le nebbie saranno protagoniste in Pianura Padana, mentre tra Natale e Santo Stefano il passaggio di una perturbazione determinerà un rinforzo dei venti e l’arrivo delle precipitazioni: ciò indurrà una dissipazione delle nebbie o almeno una loro decisa attenuazione. Tuttavia, passato questo episodio, il ripristino di condizioni anticicloniche comporterà un graduale ritorno delle nebbie che probabilmente caratterizzeranno le condizioni meteo della Valpadana degli ultimi giorni del 2012.


Nebbie fitte in Valpadana

Nebbie fitte in Valpadana.  Quì siamo nei pressi di Mantova quasi al confine con Veneto ed Emilia Romagna.


Articolo di Emiliano Sassolini

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 14 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Sicilia : transita il fronte caldo, spettacolari nubi mammatus

Meteo : perturbazione al centro, neve con fiocchi grossi a L’Aquila

PREVISIONI METEO: l’aria fredda non riuscirà ad abbandonare l’Italia tanto facilmente
Meteo a 15 giorni: occhi puntati sul FORTE RISCALDAMENTO in stratosfera