Emergenza rifiuti a Roma, torna in ballo la discarica Monti dell’Ortaccio

Emergenza rifiuti a Roma, torna in ballo la discarica Monti dell’Ortaccio, fra discussioni e polemiche bollenti

Emergenza rifiuti/ Roma – In un recente articolo pubblicato sul nostro sito vi informavamo sulla critica situazione Rifiuti a Roma. Ecco qualche rigo tratto dall’articolo “Ambiente: Rifiuti all’estero, un niente di fatto per Roma e incombe lo spettro di Napoli“: Prosegue il caso ambientale sui rifiuti. A Roma la situazione è difficile: vengono prodotte, pensate, 1.200 tonnellate al giorno di pattume non trattato, che secondo la legge italiana, non possono essere più smaltite in discarica. All’ultima gara per affidare l’appalto non ha partecipato nessuno, dunque le cose non si sbloccheranno e la capitale non potrà mandare i suoi rifiuti all’estero.  Roma, quindi, teme ora un nuovo FENOMENO NAPOLI, e già i primi effetti si notato: i rifiuti sono decisamente sopra la norma e si notano molte strade “ricche” di pattume, con cassonetti che strabordano.

Ultimi sviluppi / Ecco gli ultimi aggiornamenti con l’intervista rilasciata dal senatore del Pd Roberto Di Giovan Paolo: “Il trattamento dei rifiuti, l’impulso alla differenziata si poteva fare gia’ nel 2010. Ora per evitare il disastro non si riesce a far di meglio che prorogare Malagrotta. Solo pochi giorni fa l’Ama ha parlato di potenziamento della differenziata e di massima efficienza degli impianti di Trattamento Meccanico Biologico. Cose che dovevano essere fatte almeno due anni fa. Solo alla fine di questo processo si sarebbe dovuto individuare la mini discarica. E pensare che Alemanno aveva individuato nel trasferimento all’estero la soluzione per ovviare all’eccesso di produzione di rifiuti da parte della citta’.

Emergenza rifiuti a Roma

Emergenza rifiuti a Roma: ultimi sviluppi

Dal sito Repubblica si apprende: “Dopo la sosta natalizia torna in ballo Monti dell’Ortaccio come sito possibile per una nuova discarica. Non solo: la discarica di Malagrotta resterà aperta almeno sino a fine aprile 2013, se non subentreranno ulteriori proroghe, sia per i rifiuti non trattati che per quelli trattati.
Lo ho fatto sapere il commissario delegato per il superamento dell’emergenza ambientale Goffredo Sottile, che ha “prorogato l’esercizio della discarica di Malagrotta al fine del conferimento del rifiuto intrattato per un periodo di cento giorni e del rifiuto trattato per un periodo di centoottanta giorni”.



Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 16 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Meteo : tutto pronto per la neve in pianura! Anche rischio gelicidio. Forte maltempo verso al centro-sud

Meteo domani: perturbazione in serata, attese piogge e rovesci

Le previsioni della PROTEZIONE CIVILE per LUNEDI 17 DICEMBRE
Le NEVICATE delle prossime ore al nord e al centro (le mappe)