Google vince la battaglia con Microsoft: ecco il responso dell’Antitrust americana

Google vince la battaglia con Microsoft: ecco il responso ufficiale dell’Antitrust che ha affermato che Google non ha violato le leggi USA

Google vince la battaglia con Microsoft. BUFERA GOOGLE-MICROSOFT / Nella stessa giornata odierna erano volate scintille fra i due colossi della rete Microsoft e Google, quest’ultima accusata dalla prima di mettere in atto presunte condotte anticompetitive nei confronti di Windows Phone e della relativa utenza. L’indagine avviata dalla Federal Trade Commission (FTC) si è conclusa con una mediazione tra le parti: BigG ha acconsentito a modificare parzialmente le proprie pratiche di business per ripristinare la totale concorrenza nel mercato.

Dal sito Agi, si apprendono le seguenti notizie: “La decisione della Federal Trade Commission, l’autorita’ antitrust statunitense, di non procedere contro Google per manipolazione dei risultati di ricerca, “non ha nessuna implicazione diretta” sull’indagine che sta conducendo l’antitrust dell’Unione europea. Lo ha detto oggi il portavoce del vicepresidente Joaquin Almunia. “Abbiamo preso nota della decisione della Ftc – ha spiegato Michael Jennings – ma non vediamo nessuna implicazione diretta per la nostra indagine e per le nostre discussioni con Google, che sono in corso”.  La Commissione dell’Unione Europea ha avviato l’indagine per abuso di posizione dominante sul mercato delle ricerche online da parte di Google nel novembre 2010, in seguito alle denunce sul fatto che il motore di ricerca americano favorisce nei risultati delle ricerche i suoi propri servizi.

Google vince la battaglia con Microsoft

Google vince la battaglia con Microsoft

Dunque, come si evince dalla nota, GOOGLE ha trovato un accordo con la Federal Trade Commission, in modo da non dover pagare alcuna somma in denaro. Google concederà secondo licenza FRAND  diversi suoi brevetti acquisiti con Motorola; l’azienda di Mountain View ha inoltre accettato di fornire agli inserzionisti una maggiore flessibilità per gestire le loro campagne pubblicitarie con AdWords. In merito ad un’eventuale accusa di abuso di posizione dominante, e dunque di favorire, come detto, nei risultati del motore di ricerca, proprio servizi e prodotti, si è pronunciata in tal modo la FTC: “Senza dubbio, Google ha compiuto azioni aggressive per ottenere un vantaggio rispetto ai rivali nella ricerca online. Tuttavia, la missione della FTC è quello di tutelare la concorrenza, e non i singoli concorrenti. Le prove non hanno dimostrato che le azioni di Google in questo settore abbiano soffocato la concorrenza in violazione delle leggi USA.”



Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Sicilia : scossa di terremoto moderata sulle Madonie (prov. di Palermo) – dati INGV

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 12 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Protezione Civile: MALTEMPO E NEVICATE domani, ecco il bollettino dettagliato

MODELLO EUROPEO: colpo di scena a lungo termine
PREVISIONI METEO: rialzo termico nel weekend ma ci sono novità a lungo termine