PredPol: il grande fratello del crimine, ecco cos’è

PredPol: il nuovo sistema per scoprire reati ed evasori della legge basato su una mole di milioni di dati.

Tecnologie / La polizia americana, e poi a seguire quella europea, stando alle ultime notizie, potrebbero affidarsi in futuro ad un innovativo sistema utile per prevedere le mosse dei malviventi. Stiamo parlando nello specifico di un software già esistente che inizia però a diffondersi solo nell’ultimo periodo. Il software, denominato PredPol, fa uso di una mappa interattiva utilizzata per capire dove sta per verificarsi un reato. Quando una zona comincia a lampeggiare di rosso, è probabile che a breve, nel giro di qualche ora, possa accadere qualcosa.

PredPol

PredPol: il nuovo sistema per scovare i delinquenti potrebbe presto diffondersi anche in Europa

Alla base del sistema vi è naturalmente un super-computer, un vero e proprio calcolatore che è in grado di analizzare milioni di dati a sua disposizione per sviluppare delle ipotesi riguardo a delitti ancora da compiere. Una volta individuata un’area “a rischio” la sola presenza di una pattuglia fungerebbe da forte deterrente per lo svolgimento dell’ipotetico reato. Una nuova tecnologia contro furti, rapine, e reati vari, naturalmente solo da affiancare alla bravura e all’esperienza dei poliziotti e degli investigatori, che devono indagare spesso sulla vita delle persone entrando anche nell’ambito dei social network su cui ormai sono iscritte tantissime persone, tra cui gli stessi evasori della legge. 



Articolo di Francesco Ladisa


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Incendio stabilimento rifiuti a Roma: forte odore acre fino al centro della capitale. “CHIUDERE LE FINESTRE”.

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 11 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Maltempo : risveglio invernale in Italia, nevica fino a 500 metri in Puglia

AGGIORNAMENTO previsioni meteo LIVE per OGGI, DOMANI e i prossimi giorni
GROSSO alla radio: ‘evento nevoso in arrivo marginale ma da Natale…’