BUFERA SUI PARTI CESAREI: Balduzzi chiama i Nas

BUFERA SUI PARTI CESAREI: Balduzzi ora chiama i Nas per approfondire il problema dei tanti “tagli cesarei” non giustificati

Bufera sui parti cesarei in Italia, dopo l’ultima analisi del Ministero della Salute, secondo cui sarebbero di fatti tantissimi i parti cesarei non giustificati, vale a dire quelli per cui non sussistono in realtà le necessità reali e previste dalla legge di effettuare taglio cesareo (intervento ad opera del chirurgo)

Entrando maggiormente nei dettagli, statistiche alla mano, è emerso che nel corso del 2010, in tutta Italia, ci sono stati 482.195 tra parti naturali e cesarei: i parti cesarei sono stati il 29,31% del totale, ma di questi il 43% risulta ingiustificato dal momento che si rileva una non corrispondenza con le informazioni nelle schede di dimissione ospedaliera. In altri termini, si rilevano “troppe diagnosi di posizione anomala del feto, condizione fortemente associata al taglio cesareo”. Molti parti cesarei, così, ufficialmente sono stati eseguiti perché il feto era podalico, ma nella cartella clinica delle donne non c’è traccia del problema.

BUFERA SUI PARTI CESAREI: Balduzzi chiama i Nas

BUFERA SUI PARTI CESAREI: Balduzzi chiama i Nas per approfondire la questione “tagli” ingiustificati

Valori incompatibili che hanno fatto sorgere il sospetto di una utilizzazione opportunistica della diagnosi, non basate su reali condizioni cliniche”.Un imbroglio bell’e buono, insomma“.  Queste le parole del Ministro della Salute Renato Balduzzi, che ha aggiunto che se tali statistiche venissero confermate in seguito agli accertamenti che vi saranno, vorrebbe dire che si sprecano 80/85 milioni di euro l’anno per degli interventi non giustificati. Adesso gli eventi faranno il loro corso anche davanti alla magistratura, se necessario. I reati ipotizzabili, a detta dei Nas, interpellati dallo stesso Balduzzi, vanno dalle lesioni personali alla truffa.



Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Maltempo e neve in Umbria: auto finisce in fossato a Gualdo Tadino

Terribile incidente in Lombardia: contromano su statale, 6 vittime

Maltempo Abruzzo: neve e ghiaccio causano incidente sulla A24

L’Europa orientale e la vicina Russia piombano nel GELO (mappa all’interno)
Nuovo MALTEMPO in arrivo tra mercoledi 19 e giovedì 20 dicembre