Metà settimana: sensibile peggioramento

Metà settimana: sensibile peggioramento. In arrivo una nuova intensa depressione con pioggia e neve su gran parte dell’Italia.

Metà settimana, sensibile peggioramento. L’attuale fase instabile perdurerà a fasi alterne praticamente fino alla fine del mese. Infatti l’attuale vortice perturbato non farà in tempo a spostarsi verso i Balcani che una nuova depressione  avanzerà da Nord Ovest, determinando un nuovo intenso peggioramento nella giornata di Mercoledì 23 Gennaio.

La depressione tenderebbe poi ad isolarsi sull’Italia, richiamando aria fredda dall’Europa Centro Orientale a causa di una rimonta anticiclonica tra Francia e Spagna a carattere temporaneo. Ne risulterà quindi una dinamica molto simile a quanto accaduto in questi ultimi giorni. In sintesi:

Mercoledì 23 Gennaio 2013 una nuova perturbazione si affaccerà da Ovest. Ne conseguirà un generale peggioramento con fenomenologia più intensa e continua su Sicilia, Liguria, lato tirrenico e Nord-Est. Su queste aree i fenomeni assumeranno anche carattere temporalesco. Le temperature riprenderanno a diminuire con la neve che sull’Appennino centro-settentrionale tornerà a scendere sotto ai 1000 m, fin verso i 600-700 m.  Nel corso della giornata il minimo sulla Corsica determinerà il rientro di aria fredda da Est/Nord Est sull’Italia settentrionale; ne conseguiranno delle deboli nevicate tra Piemonte e Lombardia fino a quote pianeggianti.

Giovedì 24 Gennaio 2014 il vortice ciclonico sul Tirreno causerà diffuso maltempo specie al Centro-Sud e sulle Venezie. I venti di bora causeranno un netto calo termico con nevicate fino al pano tra Veneto e Romagna. Pioggia mista a neve interesserà le coste dell’Alto Adriatico, mentre andrà meglio al Nord-Ovest. Al Centro nevicherà a quote comprese tra 300 e 600 m,  mentre al Sud la quota neve si attesterà tra i 600 e gli 800 m.

Venerdì 25 Gennaio 2013 i fenomeni si andranno a concentrare sul settore adriatico, il settore ionico e le Isole. La ventilazione prevalente sarà settentrionale con conseguente calo termico, tanto che la neve scenderà fino al piano in romagna, e fino a quote di bassa collina sul Medio Adriatico. Altrove clima più freddo ma asciutto. Il miglioramento dovrebbe poi rivelarsi temporaneo, in quanto nel corso del prossimo fine settimana dovrebbe poi proporsi un nuovo peggioramento di stampo atlantico. Insomma pur in assenza di ondate di freddo intenso la stagione invernale sta proponendo frequenti fasi instabili foriere di abbondanti precipitazioni, comportamento classico questo dell’Inverno mediterraneo.


Metà settimana: sensibile peggioramento

Metà settimana: sensibile peggioramento. Fonte:meteociel.fr


Articolo di Emiliano Sassolini

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Sicilia : scossa di terremoto moderata sulle Madonie (prov. di Palermo) – dati INGV

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 12 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Protezione Civile: MALTEMPO E NEVICATE domani, ecco il bollettino dettagliato

MODELLO EUROPEO: colpo di scena a lungo termine
PREVISIONI METEO: rialzo termico nel weekend ma ci sono novità a lungo termine