INQUINAMENTO: ecco quanto fa male al cuore

INQUINAMENTO atmosferico e conseguenze su apparato cardiocircolatorio – Un gruppo di ricercatori della “London School of Hygiene & Tropical Medicinel”, ha sviluppato una ricerca sul legame presente fra inquinamento atmosferico e polveri sottili e insorgere delle malattie cardiovascolari. Il risultato è stato il riscontro di un aumento significativo, anche preoccupante, di tali patologie in risposta agli elevati tassi di inquinanti in atmosfera.

In particolare sono i gas di scarico ad incidere maggiormente sulla salute, quindi ossidi di azoto e anidride solforosa, oltre che le sostanze prodotte da riscaldamento domestico. Noi respirando, provochiamo senza immaginarlo danni importanti nel tempo all’apparato respiratorio e a quello cardiocircolatorio. E’ stato calcolato, dopo test e ricerche svolte negli ultimi anni, che l’aumento del PM 2.5 (particolato molecolare molto piccolo) ha provocato in diversi paesi come Galles, Inghilterra, un aumento anche del 20 % dei tassi di mortalità e quindi l’insorgere di morte prematura. Il numero di decessi nel mondo causati dall’inquinamento atmosferico è aumentato di oltre il 16% tra il 2004 e il 2008 provocando secondo le ultime stime, oltre 1,34 milioni di morti premature.

La ricerca è stata pubblicata sull’European Heart Journal.

INQUINAMENTO atmosferico fa male anche al cuore

INQUINAMENTO atmosferico fa male anche al cuore


Articolo di Francesco Ladisa


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Risveglio gelido a Ravenna: la città avvolta dalla bellissima galaverna

Meteo oggi: maltempo e nuove nevicate in pianura al Nord Italia?

Meteo Protezione Civile domani: maltempo e neve in pianura in arrivo al Nord

MODELLO EUROPEO: frustata da nord-ovest tra Natale e Santo Stefano?
La super NEVICATA del 6-7 gennaio 2009 a MILANO

COMMENTS