Primi di Marzo: prove tecniche di Primavera o nuove irruzioni fredde?

Primi di Marzo: prove tecniche di Primavera o nuove irruzioni fredde? Probabile prosecuzione dell’instabilità pur con temperature più miti.

Primi di Marzo: prove tecniche di Primavera o nuove irruzioni fredde? Mentre buona parte dell’Italia è interessata già da piogge e nevicate o si appresta a vivere giorni di maltempo sotto la spinta di una vasta circolazione depressionaria frutto dell’interazione tra correnti artiche ed atlantiche, ci si chiede come evolverà la situazione per i primi di Marzo, mese che inaugura la Primavera meteorologica. Il nuovo mese porterà i primi tepori primaverili o l’Inverno avrà ancora qualcosa da dire?

Sappiamo che Marzo è un mese in cui spesso l’Inverno propone dei colpi di coda, frutto di tardive ma fisiologiche discese artiche. Altre volte il mese che inaugura la Primavera si presenta con le prime invasioni di aria calda, sintomo dell’incipiente cambio stagionale. E’ perciò un mese molto variabile che spesso mostra molteplici aspetti che possono ora essere maggiormente in linea con la nuova stagione primaverile o talvolta maggiormente in accordo con la stagione fredda.

Quest’anno la stagione invernale si è mostrata molto dinamica anche se sono mancate le ondate di freddo intense. Tornando quindi al quesito iniziale, come inizierà il nuovo mese?. Febbraio si concluderà con condizioni d’instabilità. L’attuale fase di maltempo si attenuerà a partire dal 26 Febbraio. Il nuovo mese vedrà un graduale rialzo termico a causa del lento assorbimento del vortice freddo in quota. Tuttavia non s’intravedono durature fasi anticicloniche all’orizzonte.

In sostanza, anche se l’estrema dinamicità del periodo impedisce di dare indicazioni molto dettagliate, è possibile dire che la Primavera effettivamente inizierà a manifestarsi con un addolcimento delle temperature atteso tra gli ultimissimi giorni di Febbraio ed i primi di Marzo specie al Centro-Sud, ma se per Primavera s’intendono periodi di bel tempo accompagnati da temperature molto miti, allora i tempi non sono maturi in quanto i resti del vortice che c’interesserà nei prossimi giorni potrebbero poi favorire la riapertura del flusso perturbato Atlantico. Da segnalare come tra il 5 ed il 7 Marzo ci sarebbe la possibilità di una prima espansione dell’alta pressione Africana verso il Sud Italia. Si tratterebbe di un tentativo effimero dovuto ad un richiamo prefrontale che poi sarebbe seguito da un peggioramento del tempo. Questo secondo il modello GFS. Tuttavia l’evoluzione del tempo che riguarderà la prima settimana di Marzo non è ancora ben inquadrata dai modelli in quanto ECMWF vede invece nuove interferenze fredde dal già dal 3- 4 Marzo prossimi.

In conclusione durante i primi giorni di Marzo, pur intravedendosi i sintomi del passaggio stagionale, complessivamente proseguirà il trend instabile sia pure in un contesto meno freddo di quello attuale, senza escludere la possibilità di muove interferenze artiche entro la prima decade del mese. Insomma la Primavera avanza, ma non scordiamoci che in fondo l’Inverno termina il 20 Marzo. Vi terremo aggiornati.


Primi di Marzo: prove tecniche di Primavera o nuove irruzioni fredde?

Primi di Marzo: prove tecniche di Primavera o nuove irruzioni fredde?. Fonte: meteociel.fr


Articolo di Emiliano Sassolini

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


La Pastiera Napoletana: come si prepara il dolce tipico partenopeo famoso in tutta Italia (video ricetta)

Intensa e rara scossa di terremoto in tennessee: avvertita ad Atlanta

Meteo oggi: risveglio gelido, temperature diffusamente sotto zero

Ecco dove potrebbe NEVICARE nella giornata di giovedì 13 secondo la PROTEZIONE CIVILE
Ecco cosa succede durante una grossa NEVICATA (Video didattico)

COMMENTS