DORMITE POCO? attenzione alle conseguenze, tra cui alterazione genetica!

DORMITE POCO? attenzione alle conseguenze – Una ricerca portata avanti  presso l’istituto Universitario del Surrey (Inghilterra) coadiuvata da un’indagine statistica, poi pubblicata sulla rivista ‘Pnas’, ha messo in luce che dormire poche ore al giorno non solo peggiora le nostre condizioni fisico-mentali, come tutti sappiamo, ma può inoltre portare a gravi conseguenze, nel peggiore dei casi, il diabete, l’obesità e anche problemi neurologici. Inoltre potrebbero facilmente subire danni anche i geni del nostro DNA.
Nello specifico, è stato condotto un esperimento su 26 individui: sono state effettuate le analisi del sangue sia dopo una settimana di riposo ottimale (almeno 10 ore di sonno al giorno) e sia dopo una settimana di scarso riposo. I risultati hanno evidenziato la presenza di oltre 700 geni alterati dalla scarsità di sonno, divenendo in pratica iper-attivi. Dal momento in cui i geni hanno la funziona principale di produrre proteine, ne è risultata una produzione eccessiva, pericolosa per un vero e proprio sconvolgimento dell’equilibrio fisico umano.

I ricercatori hanno trovato che nei partecipanti erano alterati ben 711 geni, la maggior parte dei quali legati a processi relazionati a stress, risposta immunitaria e infiammatoria del nostro organismo corporeo. La conferma, dunque, che per destabilizzare il ritmo salutare del nostro corpo anche a lungo termine “basta” dormire poco e non necessariamente fare notti insonne.

DORMITE POCO? attenzione alle conseguenze

DORMITE POCO? attenzione alle conseguenze


Articolo di Francesco Ladisa


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile domani: tempo in generale miglioramento

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 17 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Auguri di Buon Natale e buone feste: frasi per bigliettini e da condividere

METEO A 7 GIORNI: qualche giorno di temperature più miti, qualche pioggia e qualche spruzzata di neve
Meteo a 15 giorni: tra perturbazioni e un po’ di alta pressione, ma per fine anno…

COMMENTS