BILL GATES : 100 mila dollari per il nuovo preservativo

BILL GATES/ Il colosso dell’informatica sembra “virare” strada, abbandonando quella della programmazione sfrenata per percorrere quella materiale del sesso. Bill Gates è deciso ad offrire oltre 100 mila dollari (la cifra potrebbe aumentare sino a 1 milione) a chi sarà in grado di generare una nuova linea di preservativi, che migliorino la prestazione sessuale e che diano maggiori sicurezze dal punto di vista sanitario.
Tra prestazione sessuale e prevenzione sanitaria vi è un nesso non di poco conto, su cui si è basato il ragionamento del fondatore della Microsoft : per gli uomini il profilattico rappresenta un freno a mano, togliendo parte del piacere dell’atto sessuale. E molti scelgono di rischiare dal punto di vista sanitario, non indossandolo, pur di non vivere un’esperienza in parte compromessa. Un preservativo “next generation” potrebbe essere focalizzato su questo aspetto, per garantirne l’uso, in nome della profilassi. La “condom negotiation”, cioè la discussione tra partner occasionali sull’uso del preservativo, è ancora un argomento importante. E spesso l’accordo è al ribasso, con l’uomo che preferisce “senza” e gli strumenti possibili per le donne – come il profilattico femminile – ancora complessi da usare e poco diffusi.

Ma come “far bene all’amore” nell’era digitale? Forse proprio coinvolgendo la tecnologia personale, il cui orizzonte prossimo è tutto nei sensori. Un mercato anche più ampio di quello già sterminato dei profilattici, stimato in 750 milioni di consumatori nel mondo. Per un prodotto che si comporta statisticamente molto bene per quanto riguarda la prevenzione delle nascite e la protezione dalle malattie, ma che non ha conosciuto innovazioni da decenni. Un tema, l’innovazione, a cui Bill Gates si è sempre dimostrato molto sensibile. E anche se l’argomento profilassi è serissimo, sul web non mancano le battute: e se il futuro preservativo di mr.Microsoft decidesse di andare in crash nel momento meno opportuno? Dopo l’amore con il preservativo 2.0 potremo fumare una sigaretta elettronica? Ma intanto, al progetto lavora anche l’Università di Washington, realizzando prototipi di profilattici basati sulle nanotecnologie. E ci sono i “reboot” dell’idea di preservativo della Origami Condoms. Intanto, la fondazione è aperta a ogni proposta, con alcuni limiti: per ricevere i fondi, le idee non devono comprendere prodotti già in commercio, o essere esclusivamente frutto di teorie e ricerche sociali.


BILL GATES : 100 mila dollari per il nuovo preservativo

BILL GATES : 100 mila dollari per il nuovo preservativo


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Allerta meteo in Toscana per piogge, temporali e anche neve

Temporale su Sidney : il violento downburst colpisce la città, video della tempesta

Protezione Civile: forte perturbazione domani sull’Italia, arriva la neve fino in pianura

Le previsioni della PROTEZIONE CIVILE per LUNEDI 17 DICEMBRE
Le NEVICATE delle prossime ore al nord e al centro (le mappe)

COMMENTS