Allerta meteo Bari, Lecce, Taranto, Brindisi, Foggia: nuovo intenso maltempo domani

Si fa sempre piu’ delicata la situazione in Puglia a causa del maltempo. Proseguono le piogge incessanti e anche a carattere moderato-forte su gran parte del territorio, nella fattispecie nell’area ionica e fra sud-est barese e ovest brindisino, dove in genere si registrano gli accumuli piu’ considerevoli a livello di pioggia caduta. Quasi 150 millimetri dalla mezzanotte si registrano a Cassano Murge.

Nel complesso la situazione non è grave ma gli allagamenti e i campi e le strade invase dall’acqua si fanno sempre piu’ numerose. Nelle ultime ore il maltempo si sta abbattendo con forti piogge anche sul foggiano. Sebbene la situazione attuale risulti tutto sommato sotto controllo salvo per qualche locale emergenza (vigili del fuoco e personale competente sono a lavoro soprattutto per liberare strade e sottopassi allagati), preoccupa l’evoluzione meteo.

Allerta meteo Bari, Lecce, Taranto, Brindisi, Foggia: nuovo intenso maltempo domani

Nelle prossime ore avremo ancora precipitazioni diffuse sul territorio regionale, ed anche nel corso di domani, Lunedì 2 Dicembre, la persistenza in loco del vortice depressionario responsabile di questa ondata di maltempo, determinerà piogge e temporali anche continui, che scaricheranno ulteriori millimetri che si andranno a sommare pericolosamente a quelli già caduti, soprattutto nella Puglia centro-settentrionale. La situazione quindi resta di massima allerta meteo per tutta la Puglia dato che continuerà a piovere per almeno altre 24-36 ore, e soprattutto per le province di Brindisi, Taranto, Bari e Foggia.



Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Nubifragio su Roma: metro invasa dall’acqua e dalla grandine [VIDEO]

Flash: il vasto temporale che ha colpito Roma verso Napoli, allerta in Campania nelle prossime ore

Nubifragio su Roma : strade allagate, tantissima grandine sulla capitale, chiuse alcune metro – ultime notizie

MODELLO EUROPEO: l’autunno svolta pagina, le ultime notizie sull’evoluzione prevista a fine ottobre