Maltempo Calabria: flagellate da piogge e mareggiate le zone di Catanzaro e Crotone

Calabria flagellata dalle avverse condizioni meteorologiche nelle ultime ore. Come ampiamente previsto, da ieri sera le precipitazioni hanno assunto carattere eccezionale e persistente soprattutto sui settori orientali della regione e nell’arco ionico, l’area piu’ colpita da questa ondata di maltempo ancora in atto con piogge, temporali e vento molto forte. Allagamenti diffusi si registrano soprattutto sulla Calabria centro-settentrionale nei settori orientali. Duramente colpite le zone di Catanzaro e Crotone. Accumuli ingenti soprattutto nel crotonese, con valori diffusi sui 100-150 millimetri di pioggia, caduti dal pomeriggio-sera di ieri 30 Novembre.

Non solo pioggia ma anche bufere di vento sulle coste orientali. Ecco i video che mostrano le violente mareggiate che hanno colpito il litorale di Catanzaro. Danni ingenti per la forte azione combinata di mare e vento.
Nelle foto che vi proponiamo potete osservare le alte onde che si sono abbattute nel crotonese. Si sono sfiorati 12 metri di altezza, un valore assolutamente rilevante.

Crotonese, onde altissime si abbattono sulla costa di Ciro Marina

Crotonese, onde altissime si abbattono sulla costa di Ciro Marina

Crotonese, onde altissime si infrangono sulla costa

Nelle prossime ore ancora maltempo persistente e intenso sulla regione, specie versante orientale. Graduale miglioramento fra serata e giornata di domani con attenuazione e indebolimento dei fenomeni.


Maltempo Calabria: flagellate da piogge e mareggiate le zone di Catanzaro e Crotone

Maltempo Calabria: flagellate da piogge e mareggiate le zone di Catanzaro e Crotone


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo domani: nebbie al Nord, tanto sole al centro Sud

Meteo Protezione Civile domani 13 Novembre: tempo generalmente stabile

Liguria: rientrato allarme dispersi nella zona di Pegli

PREVISIONI METEO: Il primo FREDDO di stagione entro il prossimo weekend
METEO A 7 GIORNI: rinforza l’anticiclone sull’Europa, poi un raffreddamento delle temperature