INGV Terremoto Oggi : scosse in tempo reale 5 Dicembre 2013

INGV Terremoto Oggi : scosse nelle ultime ore su Sicilia, Marche, Liguria e Toscana. Vediamo il riepilogo. Monitoraggio costante.

INGV Terremoto Oggi/ Diverse scosse di terremoto sono state registrate nelle ultime ore, in gran parte nella giornata di Mercoledi 4 Dicembre. Stando al resoconto dei sismografi dell’INGV (Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia) lievi movimenti tellurici sono stati registrati e lievemente avvertiti nelle Marche sull’Appennino ascolano (2 scosse di magnitudo 2.0 e 2.2 fra le 07.14 e le 07.15 di Mercoledi), in Sicilia (sui Nebrodi alle 09.20 di Mercoledi con magnitudo 2.1), in Toscana (in Garfagnana a nord di Pescia, PT, con magnitudo 2.1 alle 16.37) e in Liguria (sull’appennino genovese alle 18.44 con magnitudo 2.0).
Infine segnaliamo anche una lieve scossa avvenuta nella giornata odierna, precisamente alle 07.52, in Sicilia, nel distretto delle Isole Lipari. Il sisma è avvenuto a gran profondità (136 km) con magnitudo 2.2, ovviamente non avvertito.

Clicca Mi Piace su InMeteo qui sotto per rimanere sempre aggiornato gratuitamente su meteo, terremoti e molto altro tramite facebook!!

INGV Terremoto Oggi : monitoraggio 5 Dicembre 2013

INGV Terremoto Oggi : monitoraggio 5 Dicembre 2013

Le mappe e tutti i dettagli di tutti i movimenti tellurici sono disponibili nella rete di monitoraggio. Monitoreremo la situazione anche sulla Pagina Facebook


PREVISIONI METEO, TERREMOTI, NOTIZIE IN UNA SOLA APP! SCARICA GRATIS L’APPLICAZIONE INMETEO SUGLI STORES ANDROID ED APPLE!

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Immagini Santa Irene, da scaricare e condividere per fare gli auguri di buon onomastico

Meteo : prossima settimana si piomba in tardo autunno, crollo delle temperature e venti forti!

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, generale stabilità sull’Italia

MODELLO EUROPEO: nuove insidie di tempo instabile sul finire di ottobre
INQUINAMENTO: le contraddizioni delle amministrazioni comunali