Alluvione devastante nei Balcani: Serbia, Bosnia e Croazia flagellate. Tante le vittime.

Il vasto vortice depressionario a carattere freddo che da giorni interessa l’area balcanica ha duramente flagellato con piogge e temporali fortissimi l’Est Europa. Pesantissimo il bilancio: secondo gli ultimi aggiornamenti riportati dalle principali testate giornalistiche, sono almeno 30 le vittime, ma si tratta di un bilancio che potrebbe aggravarsi ulteriormente perchè molte zone in diversi paesi sono ricoperte da fango e acqua e vengono segnalati diversi dispersi.

Fra le aree piu’ colpite ci sono la Serbia e la Bosnia : qui molti affermano che le piogge cadute negli ultimi giorni sono le piu’ intense  almeno da quando cominciarono ad essere registrate, 120 anni fa. Il primo ministro serbo, Aleksandar Vucic, ha detto che si tratta della «più grande alluvione di sempre». Le alluvioni hanno colpito anche la vicina Bosnia. Secondo i meteorologi tra giovedì e sabato è caduta la quantità di pioggia che di solito cade in tre mesi. Sempre fra Serbia e Bosnia Erzegovina si contano 15.000 sfollati. Frane e smottamenti hanno inghiottito decine di case e ci sono problemi anche nelle zone montuose, dove si sono accumulati fino a due metri di neve. Preoccupano soprattutto le citta’ di Sabac e Obrenovac, a sud.ovest di Belgrado, completamente sommerse in seguito allo straripamento del fiume Kolubara. Colpita da eventi alluvionali anche la Croazia. I danni all’agricoltura, alle infrastrutture e al patrimonio artistico-culturale sono incalcolabili al momento, sicuramente enormi. E dall’Italia sono già pronti 100.000 dollari per aiutare le terre e le popolazioni colpite da queste terribili alluvioni.

Vi mostriamo alcune immagini.

Obrenovac, 40 km da Belgrado

Doboj (Bosnia)

VIDEO DALLA SERBIA



Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Immagini Santa Irene, da scaricare e condividere per fare gli auguri di buon onomastico

Meteo : prossima settimana si piomba in tardo autunno, crollo delle temperature e venti forti!

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, generale stabilità sull’Italia

MODELLO EUROPEO: nuove insidie di tempo instabile sul finire di ottobre
INQUINAMENTO: le contraddizioni delle amministrazioni comunali