Campania : fortissimo temporale fra Napoli e Salerno. Grandine grossa come noci

Maltempo in Campania/  Nuovo break estivo in atto, l’ennesimo di questa “pazza” stagione che si sta dimostrando sempre più dinamica ed instabile. Una saccatura atlantica sta prendendo possesso della nostra Penisola, facendo confluire masse d’aria decisamente più fredde alle alte quote, capaci di destabilizzare in maniera repentina e violenta la situazione meteo su molte delle nostre regioni.
Nelle ultime ore si è sviluppato un violento temporale autorigenerante sulle coste della Campania, lungo la linea di avanzamento dell’aria fredda nord atlantica. Il temporale ha inizialmente interessato il napoletano per poi spostarsi verso Sorrento e il salernitano divenendo molto violento e di notevoli dimensioni, dando origine a fenomeni rilevanti come nubifragi e grandinate.
Una forte grandinata ha colpito la penisola sorrentina provocando danni ad auto ed abitazioni: vetri rotti e veicoli danneggiati. Si rilevano danni ingenti anche per le coltivazioni tipiche del periodo, come pomodori e zucchini. E non è andata meglio ai limoni ed agli alberi da frutto. Nelle prossime ore si potrà fare un quadro preciso della situazione e quantificare l’entità dei danni.
Il temporale è diretto verso le aree orientali della Campania, la Lucania e le Murge.

Guarda le previsioni per la Campania

Guarda il meteo della tua città: Caserta | Benevento | Napoli | Avellino | Salerno
Guarda le webcam in diretta :
Caserta | Benevento | Napoli | Avellino | Salerno

Temporale sulla Campania visto dal Satellite

Grandine a Sorrento

Grandine a Sorrento

(VIDEO) Previsioni meteo per Martedi 22 Luglio in Campania :


 


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Previsioni meteo oggi: nubi e nebbie in ulteriore estensione

Meteo domani: nebbie al Nord, tanto sole al centro Sud

Meteo Protezione Civile domani 13 Novembre: tempo generalmente stabile

PREVISIONI METEO: Il primo FREDDO di stagione entro il prossimo weekend
METEO A 7 GIORNI: rinforza l’anticiclone sull’Europa, poi un raffreddamento delle temperature