Previsioni meteo Pescara: atteso crollo termico nella giornata di Mercoledì

Previsioni meteo Pescara – Come descritto nei nostri editoriali, la situazione meteo-climatica sulle regioni centro-meridionali  è stabile e dai connotati estivi, date le temperature ben al di sopra della norma. Tutto questo grazie alla presenza dell’anticiclone subtropicale. La situazione non vedrà cambiamenti prima della giornata di Mercoledì 22 Ottobre 2014, quando aria di origine Artica si tufferà prepotentemente sul Mediterraneo centrale ed in particolare lungo le regioni Adriatiche.

Previsioni meteo Pescara: atteso crollo termico nella giornata di Mercoledì

Previsioni meteo Pescara: atteso crollo termico nella giornata di Mercoledì

Meteo Abruzzo, Pescara: come detto precedentemente durante la mattinata di Mercoledì assisteremo ad un cambiamento delle condizioni meteorologiche. In particolare durante metà mattinata si consiglia di prestare attenzione al passaggio del fronte freddo, questo si manifesterà con un improvviso e forte colpo di vento da Nord accompagnato da deboli rovesci e un forte calo delle temperature (circa 10-12°C). Anche la giornata di Giovedì 23 invece sarà caratterizzata da vento forte, mare molto mosso e precipitazioni deboli e occasionali ( se non assenti) alternate a spazi di sereno. Sarà nella giornata di Venerdì che si avranno oltre a mari mossi e vento anche forti precipitazioni che interesseranno tutto l’Abruzzo. Un miglioramento accompagnato da un amento delle temperature si avrà a partire dalla giornata di Sabato.

 


Articolo di Luca Mennella


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 17 ottobre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Nuova ondata di maltempo verso la Sicilia: attenzione ai fenomeni violenti domani

Previsioni meteo: aumentano le probabilità dell’arrivo del freddo la prossima settimana

MODELLO EUROPEO: si apre un periodo dominato da correnti settentrionali, ecco cosa potrebbe succedere
PREVISIONI METEO: rinforzo dell’alta pressione sull’Europa, poi…