Si muove la placca adriatica: molte scosse di terremoto nelle ultime ore

Una intensificazione sismica sta interessando la penisola nelle ultime ore. Dalla mezzanotte fino ad’ora si sono susseguite molte scosse, tutte di entità lieve. 10 gli eventi di magnitudo superiore a 2 (e inferiore a 3). La maggior parte delle scosse avvenuta lungo la fascia appenninica centro-settentrionale, in particolare diverse scosse nella zona della Val di Taro (Appennino emiliano) e della Valle del Trebbia (tra Po e Appennino).

GUARDA TUTTO IL RIEPILOGO DELLE SCOSSE DI TERREMOTO AVVENUTE NELLE ULTIME ORE >>

Indice del movimento della placca adriatica, che sta, come sappiano, spingendo la struttura appenninica verso quella alpina. L’area appenninica risente proprio di questo movimento tettonico (verso N-NE) e di fatti è qui che avvengono principalmente le scosse di terremoto, di intensità variabile, ma a volte anche significativa.

Come spiegato dall’INGV, verso Nordest la placca Adriatica spinge verso l’Europa correndo sotto le Alpi, mentre scendendo in direzione Sud la placca ricomincia ad innalzarsi all’altezza del Po, per poi piegare nuovamente sotto l’Appennino, inarcandosi. Un suo movimento può così generare terremoti nella zona di Verona e poi verso il Friuli e le Prealpi, scendendo poi in Emilia Romagna e lungo la dorsale.

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Francesco Ladisa


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile domani: freddo ma generalmente stabile

Arrivano le Geminidi : le stelle cadenti di dicembre!

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 10 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

MODELLO EUROPEO: una settimana di tempo freddo ma con un approdo mite
Settimana di tempo instabile invernale: vediamo cosa potrebbe succedere