Si celebra oggi la Giornata Mondiale della Meteorologia: le previsioni meteo per il 2050 [VIDEO]

E’ un giorno importante per la meteorologia poichè si celebra proprio oggi la giornata mondiale di questa scienza. La meteorologia e le previsioni del tempo (solo un “frutto” della meteorologia) sono sempre più in primo piano nella vita quotidiana e nell’informazione, nel “bene e nel male”, perchè molto spesso, purtroppo, questa meravigliosa quanto complessa scienza viene maltrattata e “storpiata” dagli stessi media e da coloro che dovrebbero invece presentarla con serietà e rigore.

La Giornata della Meteorologia celebra il 65esimo anniversario della fondazione dell’Organizzazione mondiale per la meteorologia (Omm), avvenuta nel lontano 23 Marzo 1950. L’Omm nasce per promuovere la cooperazione mondiale attraverso la realizzazione di reti di osservazioni meteorologiche, nonché di osservazioni geofisiche e idrologiche e per sostenere la creazione e il mantenimento di Centri preposti alla fornitura di servizi meteorologici. Dal 1961, in occasione della ricorrenza della sua fondazione, l’Organizzazione dedica la giornata ad un tema di carattere meteorologico. Per il 2015, intende coinvolgere la comunità internazionale sulle problematiche future legate ai cambiamenti climatici, prendendo come anno di riferimento il 2050.

L’Italia, come altri Paesi aderenti all’Omm, ha contribuito con un video, realizzato dal Servizio meteorologico dell’Aeronautica militare, che ci proietta nel 2050, che mostra delle previsioni basate sui cambiamenti oggi in atto e tiene conto dei progressi scientifici e tecnologici previsti per allora.


Articolo di Francesco Ladisa


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Immagini Santa Irene, da scaricare e condividere per fare gli auguri di buon onomastico

Meteo : prossima settimana si piomba in tardo autunno, crollo delle temperature e venti forti!

Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, generale stabilità sull’Italia

MODELLO EUROPEO: nuove insidie di tempo instabile sul finire di ottobre
INQUINAMENTO: le contraddizioni delle amministrazioni comunali