Congestione in mare: cosa la provoca e come intervenire

Congestione in mare – E’ da sempre temuta da i genitori di giovani e piccini odiata dai bambini di tutto il mondo è un processo fisico che non va sottovalutato e che può portare alla morte. Cerchiamo di fare un po di chiarezza su quali sono le cause scatenanti e come intervenire in caso di emergenza. Ciò che provoca una congestione quando si effettua un bagno in mare non è tanto il fatto di bagnare il corpo ma di sottoporre il fisico ad uno sbalzo termico notevole.

Questo fa si che il sangue impegnato nelle attività dell’apparato digerente viene dirottato su altri organi in modo da mantenere la temperatura costante e garantire la funzionalità dei muscoli. Questo processo genera uno squilibrio circolatorio che a sua volta genera un blocco intestinale. Quindi per scongiurare il periocolo bisogna o aspettare di finire la digestione (2/3 ore) oppure evitare lo sbalzo termico bagnadosi molto lentamente o assicurarsi che l’acqua non risulti fredda o fresca al corpo.

I sintomi della congestione possono essere riassunti in: dolore addominale, nausea, vomito, capogiri, sudorazione fredda e svenimento, scarsa sensibilità agli arti e un senso di malessere generale. In caso di emergenza si consiglia di portare il malcapitato in un luogo riparato possibilmente ventilato e dopo averlo disteso sollevargli le gambe, lasciargli più aria possibile, coprire lo stomaco e dargli bevande  temperatura ambiente. Tuttavia è sempre consigliabile consultare i medici del 118.

Congestione in mare: cosa la provoca e come intervenire

 


Articolo di Luca Mennella


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Ultim’ora: crolla scala mobile della metro a Roma, ci sono feriti gravi

Allerta massima in Messico : in arrivo il devastante uragano Willa di categoria 5

Cipro : grosso tornado colpisce Nicosia, gravi danni ad Ayios [VIDEO]

MODELLO EUROPEO: in marcia verso un episodio di SEVERO MALTEMPO autunnale
PREVISIONI METEO: l’arrivo della pioggia autunnale su alcune delle nostre regioni