Caldo estremo in arrivo con picchi di 40 gradi. Bollino rosso in molte città.

L’anticiclone sub-tropicale è in fase di rafforzamento sulla nostra penisola e nei prossimi giorni garantirà condizioni di tempo stabili e gran caldo con temperature in crescita soprattutto sulle regioni centro-settentrionali.

Il Ministero della Salute ha infatti emesso un bollettino meteo con livelli di allerta per il caldo e bollino rosso in numerose città per domani e Giovedì, quando la colonnina di mercurio si porterà fino a 35-38 gradi fra Pianura Padana e zone interne del Centro-Sud.

Mercoledì 5 Agosto 2015, bollino arancione per Brescia, Campobasso, Firenze, Trieste, Rieti, Viterbo. Bollino rosso (massima allerta caldo) per Bolzano, Latina, Messina, Palermo, Perugia, Reggio Calabria, Roma. Situazione che peggiora Giovedì 6 Agosto, a causa della persistenza e di una generale intensificazione del caldo. Bollino rosso a Bolzano, Firenze, Latina, Messina, Palermo, Perugia, Reggio Calabria, Roma, Trieste.

Guarda le previsioni dettagliate cliccando qui.

Si ricorda che:

Il livello 1 di pre-allerta indica condizioni meteorologiche che possono precedere il verificarsi di un’ondata di calore.

Questo livello non richiede azioni immediate, ma indica  che nei giorni successivi è probabile che possano verificarsi condizioni a rischio per la salute.

Il livello 2 indica condizioni meteorologiche che possono rappresentare un rischio per la salute, in particolare nei sottogruppi di popolazione più suscettibili


Il livello 3 indica condizioni di emergenza (ondata di calore) con possibili effetti negativi sulla salute di persone sane e attive e non solo sui sottogruppi a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche.

Fonte: www.salute.gov.it


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: il bollettino per domani, 17 Ottobre

Inondazioni in Texas: crolla ponte nel fiume Llano

Marche : scossa di terremoto moderata avvertita ad Ascoli Piceno – 16 ottobre 2018

MODELLO EUROPEO: l’arrivo del primo FREDDO sul nord-est Europa
MODELLO AMERICANO: uno sguardo al presente per capire il futuro