Lungo termine: in bilico tra l’alta pressione e il gelo continetale

Previsioni meteo a lungo termine/ A partire dalla giornata di Sabato 16 la prima seria irruzione di aria molto fredda della stagione 2015/16 apporterà nevicate fino a quote di pianura. Tuttavia sul cosa accadrà dopo tale irruzione appare ancora molto confuso. In questo articolo andremo a cercare di individuare una linea di tendenza affidabile sull’evoluzione post irruzione

Osservando le ultime emissioni modellistiche si notano due possibilità:

  1. Ripresa del flusso zonale e rotorno a condizioni di alta pressione;
  2. Intrusione di una debole perturbazione atlantica che scivolando velocemente nel Mediterraneo fungerà da attrattiva alla grande massa d’aria fredda situata in parte già sull’Italia ma in maniera massiccia sui Balcani.

Osservando gli indici descrittivi si notà che la NAO è vista attestarsi su valori neutro, l’AO risale notevolmente ma rimane debolmente negativa e la PNA stabile. Tale quadro descrittivo sempra più favorevole a modeste circolazioni fredde su Est Europa e Italia Centro Meridionale ma data la distanza non possiamo sapere con certezza quale soluzione sarà la più giusta. Di conseguenza forniremo maggiori dettagli nel corso dei prossimi aggiornamenti.

Lungo termine: in bilico tra l’alta pressione e il gelo continetale


Articolo di Luca Mennella


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Sicilia, Terrasini: giovane pescatore viene travolto da un’onda e muore

Meteo Protezione Civile domani: alta pressione con tempo stabile

Clima: il 2018 l’anno più caldo degli ultimi 122 anni a Milano

MODELLO EUROPEO: emissione poco ‘felice’ questa mattina, ecco perchè…
NEVONE storico in Austria: non nevicava così dalla tragedia di Galtur!