Le fiamme divorano il palermitano: strade chiuse, case evacuate, voli dirottati

Peggiora l’emergenza incendi in Sicilia e in particolar modo nella provincia di Palermo, dove da questa notte si cerca di arginare numerosi roghi che si espandono facilmente grazie alle condizioni meteo-climatiche (caldo intenso, secco, e vento forte).

Fra le zone più colpite Cefalù, Lascari, Collesano, Gratteri, poi le zone più interne nel Parco delle Madonie. In molti casi le fiamme si sono spinte in zone abitate o comunque prossime ad abitazioni, causando evacuazioni. Da Palermo si notano fiamme anche su Monte Pellegrino, che sovrasta la città.

Numerosi incendi si sono sviluppati sulla direttrice Palermo-Messina in adiacenza dei binari dei tratti di linea Palermo-Fiumetorto-Sant’Agata di Militello, Lascari-Gratteri-Cefalù e Caronia-Santo Stefano. Per il forte vento, non sono ancora stati domati. Diversi treni sono stati per tanto sospesi, verso Catania e verso Messina.

Roghi anche a Palermo: segnalati incendi in via mariano Campo a Brancaccio, in via Papa Sergio, all’Addaura, e sul lungomare Cristoforo Colombo, nella zona dell’ex Chimica Arenella. A Gibilrossa decine di villette sono andate in fiamme. Alcune persone sono state messe in salvo.

Disagi anche ai trasporti aerei: dirottato il volo delle 16.30 da Milano che doveva arrivare a Palermo, a Catania; dirottato anche il volo proveniente da Roma Fiumicino delle 16.10, su Trapani.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Nuova perturbazione in arrivo: neve al Nord Mercoledì 19

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 18 dicembre 2018 (ultimi terremoti, orario)

Meteo : venti forti al sud, gran gelo al nord per le “inversioni” ed “effetto albedo”

Il tempo di NATALE: GUASTO tra Natale e Santo Stefano? Il modello europeo ci crede…
Le bellezze dell’inverno: la nebbia congelante (GALAVERNA)