Ancora emergenza incendi in Sicilia, a Palermo. Brucia anche Capo d’Orlando.

Fa meno caldo ed il vento di scirocco che ieri ha soffiato intensamente si è attenuato, ma non cessa l’emergenza incendi in Sicilia, con il palermitano ancora in prima linea.

E’ stata una lunga notte per i vigili del fuoco che hanno continuato a lottare contro numerosi roghi e focolari. In totale si stima siano stati effettuati 150 interventi, 650 nelle ultime 48 ore in tutto il territorio. Le squadre sono al momento impegnate su 32 incendi. Operativi 250 vigili del fuoco, con 70 mezzi antincendio e 6 Canadair.
A Palermo brucia da ieri pomeriggio Monte Pellegrino, così come la zona di Roccamena e Terrasini. Fuoco anche nella zona vicino a Pioppo e fiamme anche su Monte Caputo. Molti interventi anche a Lascari, una delle località più colpite dagli incendi. Brucia tutt’ora Capo d’Orlando, nel messinese tirrenico.

Quanto alla viabilità, non mancano ancora i disagi. L’Anas comunica che è stato riaperto dalle 4 del mattino il tratto dell’A20 Palermo-Messina nella zona di Cefalù, tra gli svincoli di Buonfornello e Castelbuono, chiuso ieri mattina a causa delle fiamme che lambivano l’autostrada. L’arteria non è tuttavia completamente percorribile perché un’altra interruzione riguarda il tratto compreso tra Brolo e Rocca di Caprileone, in direzione Palermo. Anche la statale 113 è interrotta in entrambe le carreggiate tra Capo d’Orlando e Rocca di Caprileone.

 


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Meteorite colpisce la luna durante l’eclissi: impatto immortalato in foto

Meteo Protezione Civile domani: maltempo e nevicate fin verso la pianura al centro-nord

Emilia Romagna : nevica fin sulle coste, imbiancata Rimini. Fiocchi a Bologna

L’inverno procede nei binari dell’instabilità; possibili colpi di scena a medio e lungo termine
Scatta l’ora della NEVE su alcune zone del nord, importante maltempo giovedì e venerdì al centro ed al sud