Astronomia: la sonda Juno prossima all’incontro più ravvicinato della storia con Giove

Si avvicina la storica data dell’incontro ravvicinato con Giove, ad opera della sonda Juno della NASA. Dopo aver percorso 500 milioni di chilometri, il 4 Luglio la sonda arriverà in prossimità del gigante del Sistema Solare, come mai nessuna “navicella” aveva fatto in precedenza. Ciò permetterà di studiare e approfondire meglio Giove e ciò che lo circonda.

La missione è effettuata anche grazie alla partecipazione dell’Italia, che collabora con l’Asi, l’Agenzia Spaziale Italiana e con l’Inaf, Istituto Nazionale di Astrofisica. Sono italiani, inoltre, due dei dieci strumenti della sonda: lo spettrometro a infrarossi Jiram, realizzato dalla Divisione Avionica di Leonardo – Finmeccanica e del quale è responsabile scientifico l’Inaf, e lo strumento di radioscienza KaT (Ka-Band Translator), costruito dalla da Thales Alenia Space Italia, del quale è responsabile scientifico Luciano Iess, dell’università Sapienza di Roma.

Lanciata il 5 agosto 2011, dopo un viaggio di cinque anni, il 4 luglio la sonda accenderà per 35 minuti il suo motore principale per entrare nell’orbita del gigante gassoso. Sotto le nubi di Giove c’è uno strato di idrogeno in condizioni di pressione incredibili, che potrebbe comportarsi come un conduttore elettrico. Se a questo si aggiunge il ritmo velocissimo al quale ruota Giove, dove il giorno dura appena dieci ore, è possibile che i due elementi, combinati fra loro, possano generare un campo elettrico nel quale elettroni, protoni e ioni si muovono attorno al pianeta quasi alla velocità della luce. Juno si troverà per tanto in un ambiente estremamente ricco (forse il più ricco) di radiazioni del Sistema Solare.


Articolo di Francesco Ladisa

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Puglia : è allarme per l’alga tossica in mare. Un pericolo per l’uomo – LISTA LOCALITÀ

Meteo : breve dominio dell’anticiclone, caldo in aumento oggi su tutta Italia!

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 19 Luglio 2018 (ultimi terremoti, orario)

MODELLO EUROPEO: intensa perturbazione in arrivo nel weekend, poi…
Meteo a 15 giorni: estate sempre in sella, ma non sarà un dominio inossidabile

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti