Intenso e raro terremoto negli Usa, tremano numerosi stati centrali. Ci sono stati anche crolli.

Una intensa scossa di terremoto, di magnitudo 5.6, ha fatto tremare nella giornata di ieri l’area centrale degli Stati Uniti, in particolare Oklahoma, Kansas, Texas, Missouri.

La scossa è avvenuta con epicentro in Oklahoma, a pochi chilometri da Oklahoma City, dove lo scuotimento sismico è risultato intenso. Tremore avvertito anche in altre località come Kansas City, St. Louis, Fayetteville, Norman in Oklahoma. Il sisma ha causato anche dei crolli, per fortuna non troppo gravi e senza coinvolgere persone. A Pawnee County sono crollati parzialmente alcuni edifici realizzati in materiale meno resistente alle onde sismiche (strutture antiche).

 “All’inizio sembrava un forte temporale, poi ha iniziato a tremare tutto e abbiamo iniziato a sentire gli scricchiolii della nostra casa. E’ stato un momento surreale” ha affermato un residente di Pawnee.

Quest’area, un tempo caratterizzata da rari eventi sismici, è interessata negli ultimi anni frequentemente da scosse di terremoto a causa dell’uomo o meglio della tecnica del fracking ( come ben spiegato in questo articolo (CLICCA QUI)).

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI


Articolo di Francesco Ladisa


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Sicilia, Terrasini: giovane pescatore viene travolto da un’onda e muore

Meteo Protezione Civile domani: alta pressione con tempo stabile

Clima: il 2018 l’anno più caldo degli ultimi 122 anni a Milano

MODELLO EUROPEO: emissione poco ‘felice’ questa mattina, ecco perchè…
NEVONE storico in Austria: non nevicava così dalla tragedia di Galtur!