Sisma Norcia – Castelsantangelo sul Nera: perché la magnitudo è stata ridotta da 7.1 a 6.5

Una delle polemiche (sterili) e abituali è la tipica lamentela rispetto alla riduzione della magnitudo dei terremoti più intensi, con contorno di accusa allo Stato per evitare i risarcimenti agli sfollati. Anche questa volta le polemiche sui social non sono mancate. Cerchiamo di fare chiarezza.

I dati vengono forniti in maniera tempestiva da più servizi: l’USGS (statunitense), CSEM (European Mediterranean Seismological Centre) e l’INGV (il nostro servizio ufficiale). I primi due inviano i dati in maniera automatica, mentre l’INGV ha una rete di stazioni ufficiali che registrano i dati del sisma e quindi ci sono molte più informazioni a riguardo.

Inoltre, l’INGV calcola il primo dato su intensità e profondità con le stazioni più vicine e in 2 minuti arriva la prima stima, eventualmente corretta in 5 minuti con i dati dell’intera rete nazionale. Infine, la rielaborazione più precisa viene confermata dopo circa 10-15 minuti e solo dopo questo processo la magnitudo ufficiale viene diffusa ufficialmente dall’INGV.

Ma perché quindi c’è una sostanziale differenza di misurazioni? In realtà bisogna comprendere anche il tipo di dato reso noto: l’INGV rende noto il dato con la magnitudo Richter, molto precisa a livello locale, mentre l’USGS utilizza la magnitudo momento (Mw), meglio interpretabili a lunghe distanze.


Articolo di Giancarlo Modugno

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK


Ultime notizie Leggi tutte


Nubifragio su Roma: metro invasa dall’acqua e dalla grandine [VIDEO]

Flash: il vasto temporale che ha colpito Roma verso Napoli, allerta in Campania nelle prossime ore

Nubifragio su Roma : strade allagate, tantissima grandine sulla capitale, chiuse alcune metro – ultime notizie

MODELLO EUROPEO: l’autunno svolta pagina, le ultime notizie sull’evoluzione prevista a fine ottobre

TERREMOTI TEMPO REALE : ACCEDI ALLA NOSTRA NUOVA RETE DI MONITORAGGIO TERREMOTI! CLICCA QUI