Meteo zone terremotate : ritorna l’inverno, attesa neve tra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo

Zone terremotate/ Il centro Italia si prepara a vivere un’importante colpo di coda invernale che farà dimenticare per almeno 3 giorni la mitezza e la stabilità primaverile delle ultime settimane. L’aria fredda artica che in queste ore sta affluendo dall’alto Adriatico attraverso forti venti di bora si farà sentire almeno sino a venerdi, permettendo il ritorno della neve sino a bassa quota.

Le zone terremotate saranno nuovamente imbiancare dalla neve e i termometri scenderanno nuovamente sotto lo zero specie tra giovedi e venerdi : il maltempo sarà decisamente più intenso sull’Appennino centrale dove l’instabilità sarà rinvigorita notevolmente dai forti venti di bora, che influiranno pesantemente sul fenomeno dello STAU (intensificazione dei fenomeni sui rilievi).

La neve scenderà sino verso i 500 metri di quota su Marche, perugino sud-orientale, Abruzzo, reatino : accumuli significativi potranno partire dai 600/700 metri di quota. La neve molto probabilmente raggiungerà anche L’Aquila, oltre che tutti i centri abitati delle aree terremotate poste sopra i 700 metri di quota. Tanta neve attesa anche su monti Sibillini, con accumuli localmente superiori ai 50 cm oltre i 1000 metri di quota.


Articolo di Raffaele Laricchia


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Allerta meteo Sardegna: livello arancione per l’area orientale, ecco le previsioni

Forti temporali in Sicilia : vasti allagamenti a Siracusa adesso [VIDEO]

Meteo Protezione Civile: si intensifica il maltempo domani, nubifragi in Sardegna

MODELLO EUROPEO: I primi passi dell’autunno sul Mediterraneo
PREVISIONI METEO: entro fine mese il passaggio di consegne tra l’estate e l’autunno?