Uragano Irma devasta Cuba : isola distrutta dai venti estremi del ciclone

L’isola di cuba letteralmente devastata dal potente uragano Irma. Danni esorbitanti e vegetazione totalmente distrutta.

L’uragano Irma nella giornata di domenica ha abbandonato il mar dei Caraibi dopo oltre quattro giorni terribili in cui abbiamo assistito ad una cruenta manifestazione naturale. L’uragano ha attraverso quasi tutte le bellissime isole caraibiche, dalle piccole alle grandi Antille, seminando vittime e distruzione quasi totale mantenendo sempre intatta la sua massima potenza di categoria 5. I venti ad oltre 300 km/h hanno fortemente devastato quasi ogni cosa, dalla vegetazione sino alle abitazioni. Interi centri abitati sono stati gravemente danneggiati.

Situazione critica a Cuba : un milione di persone evacuate, black.out su vaste aree dell’isola, linee telefoniche in tilt, case scoperchiate, alberi abbattuti e auto spazzate via. Il panorama in quel di Cuba è davvero desolante.
Il presidente Raul Castro
interviene con queste parole nella riunione di emergenza : la forza d’urto di Irma ha colpito di fatto quasi tutta la rete elettrica. Quello che mi ha impressionato di piu’ e’ stato il vento, portava via tutto. Dalla finestra della mia casa al secondo piano per ore ho visto come le raffiche trascinavano oggetti di ogni tipo dalle abitazioni e nelle strade.

Una devastante mareggiata ha colpito L’Avana, con onde alte oltre 7 metri e che hanno allagato strade, case e vasti terreni. Gravissimi i danni all’agricoltura e alle infrastrutture. Centinaia di abitazioni sono state semi-distrutte da Irma. Ora L’uragano si sta abbattendo con violenza sulla Florida dove sta provocando inondazioni storiche e gravi danni ( vedi qui )


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo : crollo delle temperature a breve anche di 10°C. Allerta temporali su molte regioni

Protezione Civile: forti temporali e grandinate domani si estendono al centro-sud, deciso calo termico

Che caldo al sud! Libeccio rovente su Catania, raggiunti i 42°C

MODELLO EUROPEO: gli anticicloni continuano a preferire le latitudini settentrionali e sul Mediterraneo che succederà?
L’instabilità si trasferisce al sud, poi il rinforzo dell’alta pressione

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti