Uragano Maria spaventoso visto dallo Spazio. Devastazione e vittime in Dominica

Impressionante l’uragano Maria visto dallo spazio mentre devasta i Caraibi. Assieme ad Irma il più violento degli ultimi decenni.

Continua il cammino dell’ennesimo uragano di quest’autunno terrificante per i Caraibi. Il ciclone tropicale denominato Maria sta devastando numerose isole caraibiche, già pesantemente distrutte da Irma la scorsa settimana. Dopo aver colpito in maniera distruttiva l’isola di Porto Rico, provocando anche delle vittime e alluvioni storici, ora l’uragano Maria si è diretto su Dominica dove ha provocato un vero e proprio disastro. Sono 15 le persone che hanno perso la vita e oltre 20 i dispersi. L’isola è stata sferzata da venti tempestosi ad oltre 180 km/h e piogge torrenziali che hanno provocato frane e alluvioni su vasta scala.

”L’uragano Maria questa mattina visto da qui occupa quasi tutto l’orizzonte” scrive su Twitter l’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) che, in un altro messaggio in lingua inglese aggiunge: ”rimanete al sicuro, i nostri pensieri sono per voi”, riferendosi alle popolazioni delle isole dei Caraibi colpite dalla tempesta. Impressionante le dimensioni dell’uragano Maria fotografato dallo spazio!

COME SI FORMA UN URAGANO? Leggi qui >>>

Uragano Maria visto dalla stazione spaziale internazionale (ISS)

Uragano Maria visto dalla stazione spaziale internazionale (ISS)

Periodo drammatico per l’America centrale : oltre agli uragani che giungono uno dietro l’altro nel mar dei Caraibi, l’attenzione si sposta anche sul Messico dove si è verificato un devastante terremoto di magnitudo 7.1 sulla scala richter, il quale ha determinato distruzione e tante vittime ( QUI le ultime notizie).


Articolo di Raffaele Laricchia

SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo : crollo delle temperature a breve anche di 10°C. Allerta temporali su molte regioni

Protezione Civile: forti temporali e grandinate domani si estendono al centro-sud, deciso calo termico

Che caldo al sud! Libeccio rovente su Catania, raggiunti i 42°C

MODELLO EUROPEO: gli anticicloni continuano a preferire le latitudini settentrionali e sul Mediterraneo che succederà?
L’instabilità si trasferisce al sud, poi il rinforzo dell’alta pressione

Link rapido alle PREVISIONI METEO delle principali città d’Italia:


Servizi Meteo per Siti - Staff - Cookie-policy - Contatti