Maltempo : arriva la neve anche a Torino, capoluogo imbiancato!

Arriva la neve anche su Torino. Forti nevicate nella provincia, superati i 20 cm. Tanta neve anche a Cuneo!

Il Piemonte quest’oggi si risveglia sotto un candido manto nevoso, soprattutto tra torinese e cuneese dove le nevicate sono risultate più diffuse e persistenti nelle ultime ore. Dopo una serata asciutta, la neve è giunta anche su Torino nel corso delle ore notturne grazie all’intensificazione delle precipitazioni che ha permesso un ulteriore calo della temperatura permettendo quindi il definitivo calo della quota neve (come ampiamente previsto qui).

Torino dunque si sveglia imbiancata dalla neve, anche in pieno centro dove solitamente l’isola di calore crea non poche difficoltà all’attecchimento dei fiocchi di neve. In periferia si registrano già accumuli tra i 2 e i 4 cm, e continua a nevicare in maniera abbondante. La situazione più critica è sulle colline torinesi e nel cuneese, oltre i 200/300 metri di quota, dove le abbondanti nevicate che vanno avanti da ieri hanno creato un accumulo a tratti superiore ai 30 cm. Su Cuneo il manto nevoso ha superato in molti tratti i 20/25 cm.

Nevica anche tra alessandrino, astigiano e piacentino (sino a quote bassissime). Fiocchi vengono segnalati anche tra vercellese, novarese, biellese e pavese.

Nelle prossime ore la neve continuerà a scendere in maniera copiosa su tutto il cuneese, almeno sino a stasera, mentre su torinese, astigiano e alessandrino i fenomeni tenderanno ad esaurirsi a partire dal pomeriggio. Fenomeni in esaurimento già dalla tarda mattinata sul Piemonte settentrionale, pianura emiliana e Lombardia.


Articolo di Raffaele Laricchia


SEGUI INMETEO SU FACEBOOK

Ultime notizie Leggi tutte


Meteo Protezione Civile: vortice freddo in arrivo, forte peggioramento al centro-sud

Meteo : sono le ultime ore di bel tempo e clima mite, da domani cambia tutto

Terremoto in tempo reale INGV : scosse di oggi 20 ottobre 2018 (ultimi terremoti, orario)

PREVISIONI METEO: un cambiamento del tempo in vista per la terza decade